Kimi Raikkonen: “La mia gara in Australia è finita male ma questo è un nuovo week-end”

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

kimiraikkonenforever.com

Per Kimi Raikkonen un esordio stagionale a due velocità, da una parte le ottime sensazioni dopo che con una partenza bruciate è riuscito a tenersi dietro le Mercedes, dall’altra il guasto che lo ha costretto al ritiro, ma lui non vuole parlare di sfortuna. Roberto Chinchero per Motorsport.com ha intervistato Kimi Raikkonen, che con  la sua solita “tranquillità” parla: delle qualifiche, di quello che è accaduto in Australia e quello che accadrà domenica.

Per quanto riguarda le qualifiche non è stato di molte parole:

“Vedremo quanto abbiamo già visto a Melbourne. Sarà lo stesso per tutti, non ho molto da aggiungere”.

La Pista di Al Sakhir, è un posto dove Raikkonen ha ottenuto grandi soddisfazioni
“È un circuito dove se hai una buona performance puoi sorpassare, ed in generale è una pista che mi piace. Ma quello che è successo in passato non cambia nulla”.

Ovviamente c’è grande attesa per vedere se la Ferrari riuscirà ad adattarsi a questa pista:

“E’ difficile da dire perché dipende da molte variabili. L’anno scorso siamo andati abbastanza bene, ma ora abbiamo monoposto differenti, e già oggi abbiamo visto delle condizioni climatiche non usuali per il Bahrain. Inizieremo il lavoro domani come sempre, e spero di vedere una bella sfida. La Mercedes sarà veloce come sempre, ma aspettiamo anche di vedere cosa faranno gli sfidanti”.

“La mia gara in Australia è finita male ma questo è un nuovo week-end. Sarà importante iniziare il lavoro subito nella giusta direzione, poi vedremo il risultato finale”.

La sfortuna non è il problema di Kimi:
“Ovviamente preferirei non avere questi inconvenienti, ma a volte succedono e non è questione di fortuna o sfortuna. Dobbiamo curare meglio certi aspetti cercando di prevenire eventuali problemi”.

“In un certo senso posso dire che si tratta di sfortuna perché il problema si manifesta in gara piuttosto che in prova, ma quando qualcosa si rompe non è per questioni di sfortuna. Non abbiamo avuto alcun contrattempo nei test, e quando non hai precedenti è difficile prevedere cosa accadrà. Sono sicuro che le cose questo weekend andranno meglio, ma il problema che mi ha bloccato a Melbourne mi è costato una gara”.


Sei stato stupito dall’efficienza del vostro sistema di partenza vista a Melbourne?

“Speriamo che sia sempre cosi! Ma siamo solo alla vigilia della seconda gara, ed è presto per trarre delle conclusioni. Ci sono alcune aspetti differenti rispetto all’anno scorso, e ci sono delle difficoltà in più per squadre e piloti”.

  •   
  •  
  •  
  •