Nuove qualifiche F1 2016: c’è l’ok della FIA, si parte da Melbourne

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

Qualifiche F1 2016
La FIA ha finalmente deciso, in una riunione a Ginevra, il sistema che verrà adottato per le nuove qualifiche F1 2016
, manca solo l’annuncio ufficiale. Dopo ripensamenti e false partenze, vedrà il suo esordio fin dalla prima gara in Australia il nuovo format, che consisterà di fasi più lunghe e l’eliminazione dei piloti più lenti già da metà di ogni qualifica.
Superati quindi i problemi di aggiornamento al software di cronometraggio che ne avevano ritardato l’ufficialità e la messa in atto per la stagione F1 2016.

Annunciato e deciso dalla FIA già da Febbraio, le nuove qualifiche F1 2016 hanno avuto una serie di frenate e nell’ultima settimana la FIA e Bernie Ecclestone sono più volte tornati sui propri passi.
Alcuni problemi relativi all’aggiornamento dei software legati al cronometraggio dei tempi in qualifica erano il motivo per il quale il nuovo format non avrebbe visto la luce subito ma, a detta dello stesso Ecclestone, se ci fossero state le basi, sarebbe entrato in vigore dalla quinta gara del campionato, ovvero proprio dal circuito di Catalogna (dove in queste settimane si sono svolti i test).

Leggi anche:  Formula 1, Ferrari | Mattia Binotto: "Siamo concentrati sul 2021, tre giorni di test sono un numero limitato".

Dalle parole di Ecclestone non si comprende se questi problemi fossero reali o meno, viste le sue ultime dichiarazioni a riguardo: “Non era esattamente quello che desideravo per le qualifiche, stavo cercando di cambiare la situazione e stravolgere l’assetto della griglia di partenza. Vorrei che il più veloce delle qualifiche non parta dalla pole position“. Parole che Ecclestone aveva dichiarato a seguito del primo ritardo del nuovo sistema di qualifiche F1 2016.
Ma la FOM, Formula One Management, incaricata dello sviluppo del software, ha completato l’incarico datole e da Melbourne vedrà la luce il sistema di qualifiche F1 2016.

Ma in cosa consisterà, che differenze ci sono con le qualifiche del 2015?
Ogni fase di qualifica durerà qualche minuto in più e da circa metà fase, ogni minuto e mezzo, verrà eliminato il pilota più lento, quello che in quell’istante occupa l’ultimo posto disponibile nella classifica dei tempi. Nel dettaglio le qualifiche F1 2016, seguiranno il seguente schema:

Leggi anche:  Formula 1, dove vedere le qualifiche del GP Bahrain: diretta tv e streaming

Q1 – durata 16 minuti. Dopo 7 minuti verrà eliminato il pilota più lento, successivamente ogni minuto e mezzo verrà eliminato un altro pilota. I restanti 15 piloti potranno accedere alla Q2.

Q2 – durata 15 minuti. Dopo 6 minuti verrà eliminato il pilota più lento, successivamente ogni minuto e mezzo verrà eliminato un altro pilota. I restanti 8 piloti potranno giocarsi la pole position in Q3.

Q3 – Durata 14 minuti. Dopo 5 minuti verrà eliminato il pilota più lento, successivamente ogni minuto e mezzo verrà eliminato un altro pilota. Nell’ultimo minuto e mezzo di Q3 i migliori due piloti saranno gli unici in pista e si contenderanno la pole position in una sfida testa a testa.

Con questo nuovo sistema la FIA, e Bernie Ecclestone, sperano di dare maggiore vitalità alle qualifiche della Formula 1, spesso bistrattate dal pubblico e anche dalle emittenti televisive.
Con questo nuovo sistema, e con la “ghigliottina” pronta a colpire il più lento, i piloti dovranno dare il massimo già dalla prima sessione di qualifiche. Sarà avvincente seguire il duello a due per la pole position.

  •   
  •  
  •  
  •