Aggiornamenti Ferrari: nuova ala e PU gettonata. I dettagli

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

Continuano gli aggiornamenti Ferrari, l’obiettivo è recuperare le Mercedes.

208130f35918e3e1fff55b11be5e3a15

Alla vigilia del Gran Premio di Sochi, la Ferrari si prepara a scendere in pista con importanti novità tecniche. Il deludente inizio di stagione ha costretto gli uomini del cavallino rampante a lavorare duramente a Maranello.

La Ferrari aggiorna l’ala anteriore

Grande lavoro è stato svolto a Maranello in galleria del vento per accelerare il debutto dei nuovi elementi; tra questi la novità più visibile è la nuova ala anteriore.

Rispetto all’ala portata in Cina, quella che debutterà a Sochi è nata dall’esigenza di aumentare il carico. Il tracciato Russo è un semi permanete, parte di esso infatti è una strada aperta al traffico, su questa pista è fondamentale avere alto carico per garantire il massimo della trazione.

La nuova ala portata dalla Ferrari è caratterizzata da tre profili principali, e non più due come in Cina; è stato reso più lineare il profilo superiore, mentre l’ultimo slot in basso è stato incurvato maggiormente. Nella parte laterale è aumentato il numero dei soffiaggi.

L’aggiornamento è stato studiato ad hoc per un circuito ad alto carico come quello di Sochi, probabilmente non lo vedremo in tutte le prossime gare.

Immagine

L’aggiornamento della PU, tre gettoni per raggiungere la Mercedes.

Dopo i grossi problemi di affidabilità che hanno fermato prima Raikkonen nel Gran Premio d’Australia e poi Vettel nel Gran Premio del Bahrain, gli uomini del cavallino rampante sono stati costretti a correre ai ripari. Inizialmente la casa del cavallino ha cercato di far passare i nuovi aggiornamenti come necessari per migliorare l’affidabilità, ma la FIA ha respinto questa richiesta, costringendo la rossa a spendere 3 dei 9 gettoni rimasti.

Come anticipato in quest’articolo, il motore Ferrari si basa sul sistema HCCI. Per migliorare le prestazioni è necessario aumentare la pressione nella camera di combustione. Il gettoni sono stati spesi proprio per migliorare questo aspetto; inoltre è stata migliorata anche la portata dei gas di scarico.

Per spiegare l’ultima modifica bisogna fare un passo indietro. La Ferrari da quest’anno ha montato un turbo compressore con una girante più grande rispetto a quella dell’anno scorso. Questo genera dei ritardi nella risposta del turbo compressore ai bassi reggimi (turbo lag); per ovviare a questo problema si sfrutta l’ERS. Questo però provoca un consumo eccessivo della batteria che non riesce a caricarsi abbastala da durare per tutto il giro, causando perdita di prestazione.

Proprio per questo gli aggiornamenti Ferrari che riguardano la portata dei gas di scarico sono molto importanti, infatti  così sarà possibile ridurre l’effetto del turbo lag e minimizzare il consumo della batteria.

  •   
  •  
  •  
  •