Gp Bahrain: Hamilton in pole davanti a Rosberg. Ferrari in seconda fila

Pubblicato il autore: Antonio Paradiso Segui

LewisHamiltonItalianGPSep2015_large

GP BAHRAIN: HAMILTON CONQUISTA LA SECONDA POLE STAGIONALE. VETTEL TERZO, RAIKKONEN QUARTO

Seconda pole consecutiva per Lewis Hamilton che bissa il risultato ottenuto due settimane fa in Australia. Sono state qualifiche movimentate, con le Ferrari che in Q3 hanno dato filo da torcere alla Mercedes, dovendosi però inchinare allo strepitoso tempo del campione del mondo in carica, che ha fermato il cronometro sull’1.29.493, stabilendo il nuovo record della pista, che resisteva dal 2005. Al secondo posto Rosberg, beffato di 77 millesimi, mentre Vettel e Raikkonen accusano un ritardo rispettivamente di 5 e 7 decimi. Per il resto da segnalare l’ottima prestazione di Ricciardo, quinto e primo dei “terrestri” e di Grosjean che con la sua Haas partirà nono. Merita una piccola considerazione anche il “rookie” Stoffel Vandoorne, pilota belga che sostituisce Fernando Alonso alla McLaren, che, nonostante, non avesse mai provato la vettura prima di oggi, è riuscito a stare davanti al più esperto compagno di squadra Jenson Button. Il campione GP2 in carica si è classificato dodicesimo, immediatamente dietro le due Toro Rosso di Sainz e Verstappen, che non sono riusciti a ripetere l’ottima qualifica dell’Australia in cui erano riusciti ad arrivare in Q3. In casa Williams, invece, fa festa Bottas che beffa Massa per appena 2 millesimi di secondo, concludendo sesto. Male, invece, le due Reanult che con Magnussen e Palmer non riescono nemmeno a superare la Q1, finendo addirittura dietro la Manor di Wehrlein, anche lui come Vandoorne, piacevole sorpresa di questo sabato. Notte fonda per le due Sauber, con Nasr addirittura ultimo e Ericsson sedicesimo. E’ impressionante come, nonostante la Power Unit Ferrari, la scuderia elvetica non riesca a ottenere buone prestazione. Allarme rosso, invece, per il russo Kyvayt che come in Australia esce di scena subito. Un risultato preoccupante se paragonato a quello del compagno di squadra Ricciardo che, come detto in precedenza, con la stessa vettura ha chiuso brillantemente al quinto posto. Infine, oggi il nuovo format è stato quantomeno più convincente, anche se negli ultimi due minuti della Q3 le vetture sono rimaste ai box, di conseguenza è saltata ancora una volta la sfida 1 vs 1 che, stando ai progetti dei “baroni” della FIA, avrebbe dovuto rendere particolare gli ultimi 90 secondi di qualifica. A questo punto vedremo se in Cina si ritornerà al passato oppure se si faranno delle modifiche, in modo tale da rendere più elettrizzante il sistema delle qualifiche. Ora non resta che aspettare una gara che si prospetta abbastanza interessante.

GP BAHRAIN: RISULTATO QUALIFICHE

1. Lewis Hamilton (Mercedes) 1.29.493
2. Nico Rosberg (Mercedes) +0.077
3. Sebastian Vettel (Ferrari) + 0.519
4. Kimi Raikkonen (Ferrari) + 0.751
5. Daniel Ricciardo (Red Bull Tag Heuer) + 1.361
6. Valtteri Bottas (Williams Mercedes) + 1.660
7. Felipe Massa (Williams Mercedes) + 1.662
8. Nico Hlkenberg (Force India Mercedes) + 2.127

ELIMINATI Q2

9. Romain Grosjean (Haas Ferrari) 1.31.756
10. Max Verstappen (Toro Rosso Ferrari) 1.31. 772
11. Carlos Sainz (Toro Rosso Ferrari) 1.31.816
12. Stoffel Vandoorne (McLaren Honda) 1.31.934
13. Esteban Gutierrez (Haas Ferrari) 1.31.945
14. Jenson Button (McLaren Honda) 1.31.988
15. Dani Kyvat (Red Bull Tag Heuer) 1.32.241

ELIMINATI Q1

16. Pascal Wehrlein (Manor Mercedes) 1.32.806
17. Marcus Ericson (Sauber Ferrari) 1.32.840
18. Sergio Perez (Force India Mercedes) 1.32.991
19. Kevin Magnussen (Reanult) 1.33.181
20. Jolyon Palmer (Renault) 1.33.438
21. Rio Haryanto (Manor Mercedes) 1.34.190
22. Felipe Nasr (Sauber Ferrari) 1.34.388

  •   
  •  
  •  
  •