Gp Cina- Dopo la deludente qualifica la Ferrari troverà il riscatto in gara?

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

Dopo la deludente qualifica la Ferrari dovrà trovare il riscatto in gara; la Mercedes con Rosberg ha quasi in tasca il terzo sigillo ma mai dire mai.
_89p1648

Le condizioni metereologiche in gara faranno la differenza. Rispetto a oggi è previsto un calo delle temperature ma non sono previste precipitazioni; un problema in più per la Ferrari, che sin da inizio stagione ha avuto difficoltà a mandare in temperature le gomme.
L’abbassamento delle temperature influenzerà anche la scelta delle strategie per i pit, è presumibile che quasi nessuno tenterà la strategia con le gomme Media (banda bianca), tutti tranne uno, Lewis Hamilton. La partenza dal fondo dello schieramento permette al campione del mondo in carica una strategia più elastica, e  tentare di fare meno soste rispetto agli altri lo aiuterà nella rimonta.
Molto interessante sarà vedere il comportamento della Mercedes con gomma soft, in prova la W07 ha mostrato di non digerire molto la mescola SuperSoft. Rosberg che ha fatto registrare la sua migliore prestazione nella Q2 con la Soft, per regolamento dovrà partire con questa mescola. Per la Ferrari, invece, il primo stint sarà su gomma SuperSoft, molto più prestazionale.
Kimi Raikkonen, avendo effettuato 2 uscite nella Q3, partirà con gomma usata; mentre Sebastian Vettel avendo fatto una sola uscita avrà a disposizione un treno di gomme nuove.
A meno di colpi di scena, sarà fondamentale partire bene e cercare di insidiare sin da subito la posizione di Rosberg. La sorpresa della giornata è stata sicuramente la seconda piazza conquistata da di Daniel Ricciardo, agevolato sicuramente dagli errori commessi dai piloti Ferrari, ma comunque autore di una notevole prestazione.
Il passo gara mostrato da entrambe le Ferrari nelle prove libere non è stata male mentre quello della RedBull non è stato così competitivo, quindi in teoria passare il pilota australiano non sarà un grosso problema.
Il gap in qualifica tra la prima Ferrari, Kimi Raikkonen, e Rosberg è stato di circa 6 decimi, probabilmente anche senza errori non sarebbe riuscito a insidiare la pole, ma comunque sarebbe arrivato a circa 2 decimi dalla pole.
Nel caso in cui le Ferrari non riescano a partire bene e a sopravanzare Rosberg al via, sarà molto difficile riuscire a togliergli di mano la vittoria, visti i problemi di clipping accusati dalla Rossa nel lungo rettilineo.
Fatte queste considerazioni, non ci rimane che aspettare che sia la pista a parlare.

  •   
  •  
  •  
  •