MotoGp Austin: Pole per Marquez ma le Yamaha sono vicine. Analisi dei passi gara

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

MotoGp Austin: Marquez detta il passo ma Valentino Rossi e Jorge Lorenzo si avvicinano; analisi dei passi gara.Immagine

Come prevedibile Marc Marquez ha ottenuto la pole del Gran Premio degli Stati Uniti, dopo aver dominato tutte le sessioni di prove libere. Dietro allo spagnolo il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo, che nel finale di qualifica è riuscito a colmare almeno in parte il gap dal connazionale, portandosi a soli 69 millesimi. Valentino Rossi chiude la prima fila, risultato non del tutto scontato dopo i problemi avuti durante il venerdì.

La Ducati è stata protagonista di un piccolo passo indietro rispetto alle sessioni precedenti; Andrea Iannone, è stato autore del 4° tempo ma a causa della penalità rimediata in Argentina, partirà in terza fila. Il compagno di squadra, Andrea Dovizioso, ha avuto molti problemi durante tutto il weekend e non è mai riuscito a essere molto competitivo. Analizzando i suoi tempi, il suo Ideal time (cioè la somma dei suoi settori migliori) corrisponde al suo miglior tempo, cosa molto strana su un circuito lungo come quello texano. Partirà comunque dalla 6° pozione.

Leggi anche:  Dove vedere MotoGp Sachsenring 2021, tv, orario, streaming

Maverick Vinales e Cal Crutchlow completano la seconda fila.

Alle spalle del penalizzato Iannone, Dani Pedrosa e Aleix Espargarò. Completa la top ten Scott Redding.

Per analizzare il passo gara bisogna fare riferimento alla Fp4, ma le condizioni del tracciato, dove è piovuto fino a qualche ora prima dell’inizio della sessione, falsano i reali valori in campo.

In ogni caso Marc Marquez rimane il favorito ma Jorge Lorenzo non è poi così lontano come anche Valentino Rossi, che nel primo settore è il più veloce, ma perde rispetto a Marquez nel terzo settore, dove lo spagnolo fa la differenza rispetto a tutti.

Le Ducati sul passo sembrano più in difficoltà, ma i problemi tecnici avuti in questi giorni hanno mascherato le vere potenzialità della rossa.

Per gli altri la lotta per il podio sarà molto difficile, l’unico che può impensierire il trio di testa è Maverick Vinales ma sulla distanza di gara sarà tenere il passo sarà quasi impossibile.

Leggi anche:  MotoGP, Rins recupera: in Germania ci sarà

Per tutti sarà fondamentale la partenza, i primi giri saranno indicativi di tutta la gara visto lo scarso degrado che hanno mostrato le gomme Michelin, Marquez ha dimostrato come anche dopo 17 giri la gomma rimane molto performante.

Interessante la scelta di Valentino Rossi di utilizzare le alette per tutto il Weekend, cosa finora mai avvenuta; mentre in casa Honda Marquez sembra aver bocciato le nuove appendici, più grandi e posizionate sul cupolino, a favore di quelle già viste nei 2 appuntamenti precedenti, più piccole e posizionate sulla carena.

  •   
  •  
  •  
  •