MotoGp Stati Uniti: le parole dei protagonisti

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

Dopo la gara in Argentina il motomondiale riparte, la prossima tappa è Austin in Texas. MotoGp Stati Uniti

motogp_austin_2016_press_conference-630x415

Alla conferenza stampa erano presenti: Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Maverick Vinales, Andrea Iannone e Eugene Laverty

Marc Marquez:
“Austin è un circuito che in passato è stato molto positivo per me; gli anni passati venivamo qui con sensazioni molto positive ma quest’anno l’accelerazione ci darà problemi, stiamo lavorando sotto questo punto di vista. I test sono stati molto difficili, perdevano molto tempo rispetto ai migliori e così anche in Qatar nelle FP1; poi siamo riusciti a trovare una buona basa che ha funzionato in Argentina spero di riuscire a fare  bene anche qui.
La pista è speciale con un asfalto speciale quindi dovremo vedere come andranno le gomme. Sin dai test del 2013 ho amato questa pista,  amo e le curve a sinistra e qui c’è ne sono molte.

Valentino Rossi
“Questa pista è sempre molto difficile lunga e tecnica; ci sono parecchie cose diverse dall’inizio alle fine, l’anno scorso non è andata troppo male, sono riuscito a salire sul podio; ma quest’anno sarà tutto diverso. Solitamente qui soffriamo all’anteriore e bisogna vedere se con le nuove gomme sarà lo stesso. La gara in Argentina è stata una gara difficile per tutti, ci sono stati parecchi problemi durante il weekend per la gomma posteriore, e  la gara è sta divisa in due parti: ero molto a mio agio con la prima molto mentre con la seconda no. Dobbiamo aspettare domani per vedere se le gomme che mette a disposizione Michelin sono adatte a noi, c’è molto lavoro da fare.”

Jorge Lorenzo
“Le condizioni di pista in Argentina erano complicate, ho commesso un errore, ho perso metri rispetto al primo gruppo, ho perso la pazienza ho spinto troppo e sono caduto. Può capitare, non sono perfetto e adesso guardo avanti.  Abbiamo un buon potenziale, ma possiamo fare bene. Le gomme sono un punto interrogativo, lavoreremo sodo per ottenere il meglio. Per il futuro non posso dire niente”

Eugene Laverty
“E’ stata una gara pazza in Argentina, non mi aspettavo di arrivare quarto. e’ stato un grandissimo momento quando mi sono accorto di aver chiuso in quarta posizione. I test sono stati molto difficili con molte cadute, poi in Qatar sono riuscito a migliorare fino ad arrivare al livello dell’Argentina. Quella dello scorso anno è stato una delle stagioni più difficili, ho avuto diversi problemi fisici, adesso sembra che  la fortuna abbia girato. Noi continueremo a lavorare ma penso che sarà difficile ripetere il risultato, l’obbiettivo è di entrare nella top ten.”

Maverick Vinales
“Mi piace molto Austin, l’anno scorso è stato difficile, era la seconda gara in carriera in MotoGP e la moto non era come ora. In Argentina avevo il podio in mano ma ho commesso un errore, non posso accettare di aver commesso una cosa del genere e sarebbe grandioso riportare la Suzuki sul podio. Ho imparato molto. Per quanto riguarda la squadra del prossimo anno, per me è sempre positivo avere voci di mercato in torno, mi aiuta ad essere positivo.”

Andrea Iannone
“Le prime 2 gare sono state molto negative, e credo che l’unico modo per reagire sia guardare avanti e reagire. In Argentina è stato un mio errore e sono dispiaciuto perchè a farne le spese è stato anche il mio compagno di squadra. Sinceramente per me era importante mantenere il podio, sapevo di avere Vale sul posteriore e pensavo che mi avrebbe superato all’ultima curva così ho cercato una traiettorie più interna. Purtroppo ho preso la parte sporca della pista e mi si è chiuso l’anteriore e sono caduto trascinando Dovizioso.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: