Schumacher potrebbe riprendersi

Pubblicato il autore: Daniela Segui

schumacher a casa entro natale focusMichael Schumacher starebbe “reagendo” alle cure e probabilmente col tempo si potrebbe anche sperare in una piccola, ma significativa ripresa. Sono state queste le dichiarazioni di Luca Cordero di Montezemolo, ex presidente della Ferrari, che è stato al fianco di Schumi in diverse vicissitudini e tutt’oggi non perde occasione per andarlo a trovare e seguire da vicino le sue condizioni di salute. Secondo Montezemolo quindi le condizioni dell’ex campione infortunato da circa tre anni a seguito di una brutta caduta sugli sci che gli ha procurato un tremendo trauma celebrale, sarebbero stabili ma con piccoli e in questo caso “significativi” segni di ripresa. Il pilota tedesco dunque non avrebbe alcuna intenzione di “lasciarsi andare” anche se è ancora troppo presto per parlare di netti miglioramenti. Proprio qualche tempo fa i giornali di gossip di tutto il mondo, avevano affermato che “Michael Schumacher ci stava lasciando” e che nonostante le cure e l’ amore incondizionato della famiglia, la sua vita si stava lentamente spegnendo e che presto si sarebbe anche celebrato il suo funerale ufficiale. Le “chiacchiere” invece sono state prontamente smentite . Insomma la ex “stella rossa Ferrari” risponde sempre con molta lentezza alle cure, e anche se emette lenti, quasi insignificanti segnali di ripresa, ogni suo gesto in una condizione così delicata, può rappresentare davvero tanto. Insomma non peggiora, e la ripresa potrebbe anche avvenire, ma per questo e per sapere come migliorerà c’è ancora da aspettare. Vero è che Michael adesso è diventato davvero irriconoscibile: non è in grado di muoversi tanto meno di alimentarsi da solo e, come detto più volte, avrebbe un peso inferiore ai cinquanta chili con piccole percezioni del mondo esterno. Insomma “ridotto a un vegetale” senza avere nemmeno coscienza, probabilmente, di essere vivo. Eppure a tutt’oggi un piccolo “cenno” di ripresa, come quello affermato da Montezemolo alla Cnn, potrebbe rappresentare quel piccolo grande traguardo che tutti aspettano. Certo di recente, nonostante lo stretto riserbo dei familiari, le notizie in merito alla salute del tedesco si sono susseguite a ritmo incessante: dapprima si diceva che soffriva di “morte celebrale”, poi che era morto, poi che si sarebbe svegliato e avrebbe descritto a tutti i presenti il paradiso, la soluzione più “favolistica di tutte”, e infine che stava morendo e che al proclama ufficiale sarebbe mancato davvero poco. Insomma un susseguirsi quasi mensile di chiacchiericci a soli tre anni da quel terribile incidente che ha ridotto il grande campione in fin di vita e costretto in un letto bisognoso di cure costanti. A sentire parlare l’ex presidente della Ferrari invece, Schumacher ha un “cuore forte” e il risveglio dal suo stato di torpore, cosa che tutti sperano, non sarebbe una possibilità tanto remota. A seguito della sua visita alla villa di Ginevra, Luca Montezemolo ha anche ricordato la grandezza e l’umiltà della sua “stella” annoverando tra i vari episodi, anche un aneddoto particolare:”Mi ricordo che ogni anno, prima che il campionato avesse inizio, mi chiedeva di fare un test privato solo per assicurarsi che fosse ancora un buon pilota”.

  •   
  •  
  •  
  •