F1 Gp Canada 2016: Hamilton vuole vincere ancora

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

F1 Gp Canada 2016
F1 Gp Canada 2016 – Si sta avvicinando il prossimo appuntamento nel campionato di Formula 1. Dopo la parentesi monegasca e il ritorno alla vittoria di Lewis Hamilton, il circus si muove verso il Canada, nella città di Montreal, per affrontare la settima prova del campionato. Sul tracciato dedicato a Gilles Villeneuve, Lewis Hamilton vuole replicare il successo ottenuto tra le strade del principato di Monaco e poter riagguantare in classifica il compagno di squadra Nico Rosberg. La Ferrari è chiamata a dare prova di poter essere in lizza per il titolo e deve cancellare gli scarsi risultati finora ottenuti. Anche la Red Bull deve cancellare delle macchie, soprattutto quel pit stop che ha rovinato la corsa di Daniel Ricciardo, negandogli la vittoria nel Gran Premio di Montecarlo.

F1 Gp Canada 2016 – Costruito nel 1978, due anni dopo le Olimpiadi svoltesi nella stessa città di Montreal, su un’isola artificiale teatro delle gare di canottaggio olimpiche. Ad oggi è una tappa storica del panorama della Formula 1 ed è inserito a ‘spezzare’ il numero di gare europee che vengono disputate tra maggio e giugno. Il circuito ha poi preso il nome del pilota Gilles Villeneuve, e padre del campione del mondo Jacques Villeneuve, dopo la sua tragica scomparsa.
Il tracciato pone sotto sforzo motore e pilota: il primo perché si trova a gas spalancato per il 60% del tempo al giro, il secondo perché il circuito presenta lunghi rettilinei e brusche frenate, sollecitando il fisico con alti valori di forza G.
Molto sollecitati sono anche freni e cambi. Ogni giro il pilota deve cambiare marcia circa una settantina di volte, per un totale di quasi 5000 cambi in tutta la gara.
Infatti, la gara è composta da 70 giri, ciascuno dei quali è lungo 4,361 chilometri, per un totale di percorrenza di 305,270 chilometri. Il record attuale sul giro lo detiene Rubens Barrichello con 1’13″622.

F1 Gp Canada 2016 Le favorite per la vittoria rimangono le stesse dell’anno scorso, le Mercedes. Anche se il propulsore tedesco non è il più vittorioso sul circuito canadese. Infatti tra i costruttori ancora attivi la Ferrari è quella che storicamente ha più vittorie al Gran Premio del Canada, con 11 vittorie (dietro al Ford Cosworth con 12).
Se parliamo di scuderie, la più vittoriosa è la McLaren, ma sempre lì dietro troviamo la scuderia di Maranello. Questo grazie anche ai sette successi di Michael Schumacher, pilota maggiormente vittorioso sul tracciato intitolato a Villeneuve.
Tutte queste statistiche servono a dare fiducia alla Rossa, che in questa gara deve trovare la chiave di volta per una stagione che fino ad oggi non è decollata come sperato all’inizio. Proprio per rimediare la Ferrari ha portato nuovi componenti in Canada: una versione aggiornata della power unit Ferrari e una nuova sospensione posteriore, probabile causa delle opache prestazioni negli ultimi gran premi.
Il favorito resta Lewis Hamilton, che con l’ultima vittoria ha ridotto le distanze dal compagno di squadra a soli 24 punti, una sola vittoria di distanza. Nico Rosberg è chiamato a riprendere le redini del campionato e non lasciare troppa libertà d’azione ad un Hamilton molto più fiducioso. Osservate speciali Williams e Force India, entrambe motorizzate Mercedes. Possono essere la sorpresa che non ci si aspetta, come il terzo posto di Bottas dello scorso anno.

  •   
  •  
  •  
  •