Ritorno al passato, Ross Brawn potrebbe tornare in Ferrari

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Ferrari, ritorno al passato; dopo questa prima parte di stagione deludente, in vista della prossima potrebbe esserci una svolta importante.

Rossa Brawn

Ross Brawn (in foto) potrebbe tornare in Ferrari

La notizia per gli amanti della rossa e della formula 1 in generale avrebbe un qualcosa di clamoroso, fatto sta che stando ad alcune indiscrezioni raccolte dal sito MotorsportRoss Brawn potrebbe tornare in Ferrari.

Eh si, avete letto bene; ma andiamo per gradi perché è evidente a tutti che anche in questa stagione la Ferrari non è capace di contrastare il dominio delle Mercedes, dimostrandosi ancora una volta non all’altezza della propria fama. Ovviamente, con una stagione del genere, i primi rumors di mercato non sono tardati ad arrivare seguiti dalla lista degli eventuali colpevoli e dei capri espiatori per questa ennesima stagione storta, da qui la clamorosa indiscrezione secondo la quale Ross Brawn potrebbe tornare in Ferrari.

Ross Brawn potrebbe tornare in Ferrari. Ecco con quale ruolo.

Chi ha dimenticato i fantastici successi del binomio Brawn-Schumacher in Ferrari alzi la mano. I due, infatti, dal lontano 1996 hanno riportato lustro al cavallino rampante e la sola notizia di un ritorno di Ross Brawn in scuderia avrà già scaldato i cuori degli orfani Ferrari. L’ingegnere britannico, stando sempre alle indiscrezioni, tornerebbe a Maranello come consulente per il rilancio della rossa impostando già il lavoro da fare per la prossima stagione.
A lasciare il posto al ritorno di Ross Brawn dovrebbe essere James Allison anche se al momento siamo ancora nel campo delle semplici voci di corridoio sia perché non c’è nulla di ufficiale sia perché al momento non c’è alcuna conferma data dai diretti interessati, come giusto che sia; tuttavia, è inevitabile sognare quando si legge una notizia del genere.

Ross Brawn potrebbe tornare in Ferrari. Altrimenti già c’è un’alternativa.

Anche se il nome caldo resta quello di Brawn, a Maranello si lavora anche per una possibile alternativa, infatti dai box filtrano altre voci secondo le quali sarebbero stati avviati anche i primi contatti con James Key, dt della Toro Rosso; dunque Ross Brawn o James Key, quel che è chiaro a tutti è che in casa Ferrari si ha seriamente intenzione di voltare pagina perché ormai è trascorso troppo tempo dagli ultimi successi e non si può vedere sempre gli altri sul gradino più alto del podio.

Ross Brawn, una carriera fatta di successi

I primi passi nel mondo dei motori li ha mossi nel 1976 quando entrò in Formula 3 con la March Engineering nella città di Bicester per poi passare alla corte di Sir Frank Williams nel 1978.
La carriera di Brawn da quel momento cambiò radicalmente e riuscì a strappare un contratto prima con la Force poi con la Arrows, fino ad esser assunto dalla Jaguar nel 1989, con la quale entro anche nel mondo delle competizioni riuscendo ad ottenere bei successi con la Jaguar XJR-14, prima di passare alla Benetton dove contribuì ai titoli mondiali di Michael Schumacher nel 1994 e nel 1995.
Il binomio continuò ad essere attivo anche gli anni successivi, questa volta con la scuderia Ferrari riportandola assieme al pilota tedesco e, ovviamente, a tutto il team che includeva anche Jean Todt e Rory Byrne, ai fasti che tutti conosciamo
Nel 2009 il sodalizio tra Brawn e la Ferrari terminò e dopo essersi preso un anno sabatico, l’ingegnere britannico tornò in Formula 1 con la Honda che, poi, rilevò per far nascere il team Brawn Gp assimilita poi dalla Mercedes con la quale ha lavorato fino al 2013.
Il domani, invece, potrebbe tornare ad essere rosso

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: