SBK, prove libere 2 Lausitzring: Savadori e Aprilia al top!

Pubblicato il autore: Mirko Pellecchia Segui

savadoriaction

Ad aprire il pomeriggio di prove libere sul tracciatto del Lausitzring è stata la World Superbike che, anche in questo caso, ha presentato un’altra sorpresa più che gradita per quanto riguarda i colori italiani.

Il miglior tempo della seconda e ultima sessione odierna della classe regina delle derivate di serie è stato ottenuto dal nostro Lorenzo Savadori, in sella all’Aprilia RSV4 RF del team Iodaracing. Il pilota italiano ha sfruttato al meglio una gomma fresca nel finale di turno per migliorare il proprio riferimento e portarsi in testa.

L’1’37″449 siglato all’ultimo passaggio è bastato per mettersi tutti alle spalle, a partire dall’idolo di casa Markus Reiterberger, migliorato molto rispetto alla sessione mattutina e salito sino alla seconda posizione. Il tedesco del team Althea BMW Racing è secondo, a soli 37 millesimi dall’italiano.

Ancora una bella prestazione per le BMW S1000RR, ma Jordi Torres non è stato in grado di replicare quanto di buono fatto in mattinata. Non solo, perchè lo spagnolo non è nemmeno riuscito a migliorare il proprio tempo, dovendosi accontentare del settimo assoluto nella classifica combinata.

Segnali di risveglio da parte del team Kawasaki ufficiale. Tom SYkes è salito sino al terzo posto, staccato di 108 millesimi di secondo dal miglior tempo di Savadori, mentre più lento di un decimo troviamo la prima Ducati Panigale R ufficiale, quella di Chaz Davies. Sia il britannico che il gallese sono stati decisamente più efficaci dei rispettivi compagni di squadra.

Jonathan Rea si è dovuto accontentare dell’11esima posizione assoluta, staccato di oltre mezzo secondo dalla vetta. Davide Giugliano, invece, ha fatto peggio, risultando più lento dell’irlandese di mezzo secondo. Per questo motivo si è dovuto accontentare della 13esima posizione alle spalle dell’Aprilia di Alex De Angelis.

Ancora un’ottima prova per Nicky Hayden, primo pilota del team Ten Kate Honda, che ha portato la CBR1000RR SP in quarta posizione, a meno di 6 centesimi da Sykes. In questa sessione Sykvain Guintoli è tornato a fare meglio del compagno di squadra portando la prima Yamaha YZF-R1 ufficiale al sesto posto assoluto.

Detto della settima posizione di Jordi Torres, Alex Lowes è riuscito a migliorare i propri parziali, ma nelle Libere 2 non è andato oltre l’ottavo tempo, staccato di appena 5 centesimi dal compagno di squadra nel team Crescent Pata Yamaha. Leon Camier ha riportato la MV Agusta nella Top 10, ma in nona posizione. Al mattino era riuscito ad arrampicarsi sino al terzo posto assoluto.

La Top 10 è stata completata dalla Honda di Michael van der Mark, secondo e ultimo pilota della Top 10 a non migliorare il tempo della mattina. 16esima posizione per Luca Scassa con la Ducati Panigale del team VFT, mentre Gianluca Vizziello si è dovuto accontentare della 21esima posizione.

Da segnalare la bandiera rossa esposta a 21 minuti dal termine della sessione a causa dei liquidi persi dalla BMW Milwaukee di Joshua Brookes dopo un caduta alla Curva 10. E’ stato autore di una scivolata anche Alex Lowes alla Curva 6, in sella alla seconda Yamaha R1. Anche in questo caso il pilota si è alzato senza alcuna conseguenza fisica.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: