Formula 1 – Max Verstappen: più Gilles Villeneuve o Ayrton Senna?

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro

verstappen
Da quando ha fatto il suo esordio in Formula 1, era il 15 marzo del 2015 e si correva il Gran Premio d’Australia, Max Verstappen, corridore belga nato il 30 settembre del 1997, ha subito richiamato alla memoria i compianti Gilles Villeneuve e Ayrton Senna. In verità l’accostamento, anche se improbabile, è più con il canadese, in forza di quell’esuberanza che Verstappen dimostra alla guida dei bolidi in pista molto simile a quella che tanto ci colpiva quando alla guida della Ferrari c’era Villeneuve.
Nell’ultimo Gran Premio disputato sotto la pioggia nel circuito di Interlagos, Verstappen ha dato prova di audacia e di tecnica fornendo agli spettatori un campionario di emozioni da togliere il fiato, con una serie di sorpassi che hanno sfidato le leggi della fisica.
In un interessante articolo apparso sul sito www.redbull.com, Giorgio Terruzzi sgombra il campo da accostamenti e somiglianze definendo quelle di Verstappen “esuberanze o intemperanze” a differenza delle “magnifiche follie di Villeneuve” o delle “magiche esibizioni di Senna”.
Ed è fuor di dubbio che le diverse epoche in confronto, per la avanzata tecnologia dei mezzi meccanici e l’evoluzione dei circuiti in termini di sicurezza, impediscono non solo di poter valutare su uno stesso piano i tre piloti, ma non consentono in nessun caso di poter stabilire una scala di valori.
Altro elemento di differenza è l’età: Verstappen ha appena compiuto 19 anni, Villeneuve esordì in Formula 1 a ventisette anni, Senna a ventiquattro.
La giovane età probabilmente porta Verstappen anche ad essere poco diplomatico nei rapporti con gli altri piloti di oggi e del passato. Le recenti polemiche con Sebastian Vettel e con Jacques Villeneuve hanno messo in evidenza un carattere aggressivo che ben rispecchia la sua condotta in gara.
Così come Villeneuve è rimasto nel cuore di chi si emoziona nel vedere sfrecciare una macchina rossa e Senna ha entusiasmato per la maestria della sua guida pulita, Verstappen, con il talento che si ritrova e con le ambizioni che nutre, avrà sicuramente un futuro luminoso con l’auspicio che riesca a gestire al meglio la sua aggressività.

Leggi anche:  Formula 1, presentazione nuova Ferrari 2023: ecco la data e dove vederla in tv e streaming
  •   
  •  
  •  
  •