Valentino Rossi: “Mi scuso per il calcio, ma ora è difficile vivere nel paddock”

Pubblicato il autore: Fabiola Granier Segui
Valentino Rossi: "Mi scuso per il calcio, ma ora è difficile vivere nel paddock"

Photo Alessandro La Rocca/ LaPresse in the photo: Valentino Rossi – Yamaha

Valentino Rossi è in queste ore al centro di una grandissima polemica in merito alla pubblicazione alla condivisione sui social network in particolare di un video in cui il campione di Tavullia dà un calcio ad una ragazza che voleva farsi un selfie mentre il motorino guidato da Rossi arrivava verso di lei. Il Dottore ha dovuto subito dare delle spiegazioni, scusandosi per il gesto incriminato. e dando ulteriori chiarimenti.

Le scuse di Valentino Rossi alla ragazza

“Il video l’ho visto e naturalmente è solo l’ultima parte di tutto quello che è successo. Per prima cosa devo scusarmi con la signora e spero che stia bene”, ha raccontato Vale. E poi ha spiegato ancora: “Per me però è veramente difficile vivere nel paddock. Qui a Valencia è una situazione incontrollabile, ma anche da altre parti. È da un po’ di gare che chiedo di aiutarmi, però quando esco dal mio camion sono sempre schiaffi, gente che mi ruba il cappello, gente che mi tira per fare la foto”, ha commentato Valentino Rossi.

E poi ha dato anche il punto di vista in merito: “Lì uscivo da un gruppo di persone che mi stavano ‘menando’. Purtroppo c’era questa signora che per farsi il selfie mi è venuta addosso e mi ha anche frenato, quindi ho avuto paura per la mia incolumità. Però le chiedo scusa”.

E poi una conclusione di Valentino Rossi: “Sicuramente quando siamo a lavorare abbiamo già tanti problemi e sarebbe bello poter andare da una parte all’altra del paddock senza dover sempre lottare con tutti. Valencia è così, è bello anche perché ci sono tanti tifosi, quindi chiedo scusa alla signora”.

  •   
  •  
  •  
  •