Formula1 – La Ferrari ha perso il ricorso sulle sospensioni intelligenti. Che si fa ora?

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui

Risultati immagini per arrivabene deluso
Vi ricordate la storia delle sospensioni intelligenti (o sospensioni idrauliche o sospensioni attive? chiamatele un po’ come vi pare). Si trattava delle sospensioni che stavano progettando Mercedes e Red Bull per questa stagione (che a breve prenderà inizio con i testi di Barcellona il prossimo 27 febbraio). Tali sospensioni garantivano un grande vantaggio alle monoposto che le adottavano. I bolidi infatti grazie a questo particolare sistema avevano maggiore stabilità in curva. Bene, ovviamente queste sospensioni erano state pensate e praticamente già realizzate dai tecnici Mercedes e Red Bull. Ingegneri avanti anni luce rispetto a quelli Ferrari. La Rossa di Maranello aveva presentato ricorso riguardo l’illegittimità di queste sospensioni. Incredibilmente, la FIA aveva accettato il ricorso Ferrari.
È notizia di oggi però che la Federazione Internazionale dell’Automobile avrebbe fatto marcia indietro sul ricorso della rossa. La Ferrari ha perso il ricorso sulle sospensioni intelligenti. Che si fa ora?

Leggi anche:  Sky o TV8? Dove vedere F1 Gp Francia 2021: streaming e diretta tv

NON PARTE BENISSIMO LA NUOVA STAGIONE DI FORMULA1 – La Ferrari ha perso il ricorso sulle sospensioni intelligenti. Che si fa ora? Il fatto che il ricorso sia stato respinto è un boccone amaro per la Ferrari. Ciò non significa però che verranno approvate le sospensioni intelligenti, ma la questione è stata messa in stand-by dopo la riunione di Ginevra tra i direttori tecnici dei team e la FIA. Durante la riunione è stato deciso che la FIA renderà note nei prossimi giorni prima dei test delle linee guida inerenti questo tipo di sospensioni. In altre parole, dopo aver vietato il sistema, la Fia ha deciso di fare marcia indietro e renderlo lecito, seppur con specifiche direttive tecniche. In poche parole quella che prima sembrava una vittoria Ferrari, ora è una vittoria Mercedes e Red Bull. Ma in tutto questo polverone due domande sorgono spontanee. La prima è “Dove è finito il potere Ferrari?”. La seconda è: “Perchè anche gli ingegneri della Rossa non stavano pensando a questo tipo di sospensioni per la nuova monoposto?” due quesiti che forse non otterranno risposte.

  •   
  •  
  •  
  •