Ferrari: il passo corto di Gina paga Vettel, e chi vince il GP di Australia…

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
Ferrari Vettel GP Australia

Ferrari Vettel GP Australia

La Ferrari torna sul gradino più alto del podio nel primo GP del 2017 in Australia, a Melbourne, grazie ad una super gara di Sebastian Vettel. Il tedesco raggiunge la vittoria numero 43 in carriera, la 4ª in Ferrari. La rossa di Maranello non vinceva dal GP di Singapore 2015, quando sempre Vettel ottenne oltre alla vittoria anche la pole position il sabato.
Piccola nota negativa un Kimi Raikkonen non in piena forma: il finlandese ha corso una gara anonima, partendo e finendo quarto.
553 giorni dopo la Ferrari torna sul gradino più alto del podio. E lo fa in una pista dove la vittoria mancava dal lontano 2007, quando a trionfare in Australia fu Kimi Raikkonen, che poi a fine anno vinse il mondiale. Tra l’altro.

IL PASSO CORTO PAGA – La Ferrari ha deciso di creare una macchina con un passo più corto rispetto a Mercedes. Per chi non sapesse cos’è il passo è molto semplice: è la distanza tra l’asse delle ruote anteriori e l’asse delle ruote posteriori. Un passo corto (come quello Ferrari) paga immediatamente in termini di prestazione perché consente di avere una macchina più maneggevole nei cambi di direzione e quindi migliore in termini di guidabilità. Il passo lungo invece (opzione per cui hanno optato Mercedes e Red Bull) inizialmente è meno prestazionale, ma permette migliori sviluppi e aggiornamenti nel corso dell’intera stagione. Sviluppi e aggiornamenti che sono quelli che poi consentono di vincere un mondiale.
Si vocifera che il team di Maranello abbia già in mente di portare una macchina con un passo più lungo per il ritorno in Europa dei Gran Premi (Barcellona 12-13-14 Maggio), ma intanto ci godiamo la vittoria di questa Gina che stupisce e non poco, guidata da un vero maestro.

Leggi anche:  F1, finalmente pronto il docu-film su Schumacher

CHI VINCE A MELBOURNE… – Ovviamente la Ferrari non ha vinto il mondiale. È finita solo la prima di 20 gare che compongono la stagione 2017 che si chiuderà tra 8 mesi esatti, il 26 Novembre ad Abu Dhabi. Certo è che chi ben comincia è a metà dell’opera. E le statistiche dicono che chi vince a Melbourne, per il 62% delle volte ha vinto anche il mondiale a fine anno. Dal 1996, da quando fu deciso che il GP di Australia avrebbe aperto la stagione di F1 ogni anno, in 13 occasioni su 21 chi ha vinto qui ha anche vinto il mondiale a fine anno. E il ricordo più bello è, ovviamente, quello del 2007.

  •   
  •  
  •  
  •