F1 GP Malesia: Vettel, beati gli ultimi che saranno i primi. Solo un miracolo può aiutare il tedesco e la Ferrari

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
F1 Vettel GP Malesia Ferrari Hamilton

F1 Vettel

Sembra non avere fine il momento no della Ferrari. Tutto è cominciato da quella sciagurata partenza del Gran Premio di Singapore, quando al via le due Ferrari di Sebastian Vettel e di Kimi Raikkonen sono entrate in contatto chiudendo Max Verstappen a sandwich tra di loro. Da quel momento sembra essere iniziato un momento super sfortunato per la Scuderia di Maranello. La fortuna sembra aver girato le spalle alla Rossa della Fomula1. Al termine delle prove libere 3 di oggi un guasto al motore di Gina ha costretto i meccanici ad un cambio del motore e agli straordinari: 2 ore per cambiare il pezzo principale della monoposto quando in media ce ne vogliono 4. Sembrava il lieto fine, invece Vettel poi è sceso in pista senza neanche poter completare un giro per un guasto al turbo. Risultato: domani scatterà dal fondo della griglia. Mentre Hamilton se la ride in pole position.

BEATI GLI ULTIMI CHE SARANNO I PRIMI: sì, ma quando? I tifosi Ferrari sperano di trovare VEttel davanti a Hamilton in classifica mondiale dopo la gara di Abu Dhabi (l’ultima). Ma ora si fa nancora più complicato di quanto non lo fosse già prima. domani serve un miracolo dal cielo e dalla pista per mantenere ancora vive le speranze di Vettel di vincere questo mondiale.

  •   
  •  
  •  
  •