F1: McLaren, l’addio a Honda è ufficiale e dal prossimo anno motori Renault

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Il legame tra McLaren e Honda è ufficialmente ai titoli di coda. La notizia era nell’aria già da diverso tempo soprattutto tra gli addetti ai lavori ma nella tarda mattinata di venerdì è arrivato il comunicato da parte della scuderia inglese di Formula 1 con il quale ha annunciato la conclusione della collaborazione con la Honda al termine di questa stagione.
Il direttore esecutivo del McLaren Technology Zak Brown ha commentato la decisione con un pizzico di rammarico affermando che era arrivato il momento per McLaren e Honda di proseguire ma su strade differenti. Brown ha poi aggiunto: “Ci auguriamo di vedere il grande nome della Honda tornare in vetta, il loro coinvolgimento rende migliore il nostro sport”.
Molto simile il pensiero del presidente della McLaren Shaikh Mohammed bin Essa Al Khalifa che ha anche aggiunto che il mancato raggiungimento degli obiettivi nei tre anni di collaborazione (dal 2015 al 2017) non “diminuirà la grande storia che le due compagnie hanno avuto insieme”.

Poco dopo l’addio alla Honda ecco che la McLaren ha ufficializzato il nome del nuovo fornitore di motori che sarà la Renault. La scuderia inglese e la compagnia francese hanno chiuso un accordo triennale a partire dalla prossima stagione. Dal canto suo la Honda non dice addio al Circus della F1. Infatti, la compagnia giapponese fornirà la sua power unit alla Toro Rosso che lascerà così, a sua volta, la Renault al termine della stagione 2017.

Il triennio tra McLaren e Honda è stato sicuramente avaro di soddisfazioni con il sesto posto nel mondiale costruttori del 2016 come miglior risultato di questo periodo di collaborazione. Un connubio che non è mai sbocciato soprattutto per la fragilità della Power Unit della Honda. Non è bastata in queste stagioni la presenza in scuderia due eccezionali campioni come Button (stagioni 2015 e 2016) e Alonso (stagioni 2015, 2016 e stagione in corso) che non sono riusciti mai a lottare per un podio e che spesso hanno chiuso le gare anzitempo per numerose rotture. Basti pensare che in questa stagione Fernando Alonso ha visto la bandiera a scacchi solamente in tre circostanze. E proprio il pilota spagnolo è al centro dell’attenzione per quanto riguarda il suo futuro all’interno della scuderia inglese.
Al momento lo spagnolo resta cauto “Ora che è arrivata la certezza dell’accordo con la Renault analizzerò i dati della power unit per verificare se le prospettive sono quelle che ci aspettiamo”. In sintesi: se il legame tra McLaren e Renault potrà veramente portare a ridurre in maniera drastica il gap tra i top team portando la scuderia a lottare per vincere lui sarà ancora parte di questo progetto.

  •   
  •  
  •  
  •