F1 GP Austin Usa, Ferrari altro guaio: sostituito il telaio della monoposto di Vettel

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

In meno di un mese la Ferrari è passata da un trionfo mondiale più che possibile dopo un decennio di attesa, alla sfortuna più nera. Infatti, dopo la “carambola” a Singapore, il ritiro in Giappone, per un problema ad una candela, con in mezzo le disastrose qualifiche in Malesia, alla “rossa” del pilota tedesco Sebastian Vettel, i meccanici hanno dovuto sostituire il telaio in vista delle qualifiche del Gp degli Stati Uniti in programma questa sera (ora italiana), sul tracciato di Austin in Texas; Il problema è venuto fuori, nelle due sessioni di prove libere di ieri, dove comunque Vettel, si era difeso con un buon terzo posto. Si preannuncia l’ennesima gara in salita, la terza consecutiva, non contando quella di Singapore, dove comunque “Seb” era riuscito a partire dalla Pole Position, salvo poi subire il grottesco incidente dopo il via. Alla fine del Gp del Belgio di fine agosto, il quattro volte campione del Mondo, è riuscito a raccogliere pochissimi punti, scivolando dal primo posto, nella classifica piloti, dove ha toccato quota 28 punti di vantaggio al secondo, con un distacco quasi incolmabile da Lewis Hamilton, che continua ad inanellare vittorie e punti, con la Mercedes. Se domani sera, l’Inglese vincesse la gara, diventerebbe campione del Mondo, appaiando l’ex pilota della Red Bull, a quota quattro titoli iridati. Oggi, prima delle prove libere mattutine, ad Austin le modifiche alla SF70H verranno valutate dai commissari. Dopo le qualifiche, Vettel non dovrebbe subire secondo le ultime notizie, arretramenti sulla griglia di partenza, e potrà giocarsi salvo altri guai, le residue possibilità di tenere aperto il discorso mondiale. Guai anche per l’altro ferrarista, il finlandese Kimi Raikkonen, che sull’altra rossa di Maranello, ha dovuto sostituire il cambio, e verrà montata anche una nuova trasmissione.

  •   
  •  
  •  
  •