F1 pagelle GP Messico: Hamilton 6 ma campione, Vettel fantastico, Verstappen sempre al limite

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
F1 pagelle GP Messico Hamilton Ferrari Vettel Raikkonen Mercedes Red Bull Verstappen

F1 pagelle GP Messico

Si è concluso il Gran Premio del Messico di Formula 1. A circa 2300 metri sul livello del mare a vincere è stato Max Verstappen, ma Lewis Hamilton, grazie al suo nono posto dopo una partenza caotica, è campione del mondo di Formula1 per la stagione 2017! Complimenti al pilota britannico, sempre al top durante tutta la stagione. L’inglese ha guidato da maestro nell’arco di tutta la stagione, da vero campione e si è meritato questo mondiale essendo stato bravissimo anche a sfruttare i momenti no e gli errori della Ferrari, vera rivale di quest’anno.
La Ferrari deve ripartire da quanto di buono fatto vedere quest’anno per cercare l’assalto alla Mercedes nella prossima stagione. La macchina infatti nel corso dell’annata ha fatto vedere che è veloce e guidabile praticamente su ogni pista; il pilota c’è ed è forte, come dimostrato anche oggi. Ora bisogna limitare gli errori umani e cercare di essere più fortunati nel 2018 per portare a casa un titolo che manca adesso da 11 anni.

F1 pagelle GP Messico

Hamilton, voto 6: dopo una partenza con foratura, non sforza e non rischia nulla, sorpassando quando ha l’occasione di farlo in piena sicurezza (salvo la bellissima battaglia con Alonso nel finale). Ha fatto il suo, campione del mondo (da doppiato).
Vettel, voto 9: peccato per quella partenza dove non ha chiuso benissimo Max e ha danneggiato la sua ala provocando anche la foratura di Hamilton. Gran rimonta, peccato che non sia bastata per tenere viva la lotta di un bellissimo mondiale. Prossimo anno
Verstappen, voto 10: bravo al via a resistere anche con forza e a tirare la staccatona a Vettel. Certo è che quando poi ci sono dei contatti il suo nome compare sempre di mezzo. Red Bull stratosferica. Possibile polemica per le sospensione attive che saranno da verificare, ma dovremmo parlarne per ore e non c’è tempo per farlo in questo articolo. Bravo, ma ogni tanto calmarsi un attimo non farebbe male.
Raikkonen, voto 6: parte male, poi non sorpassa nessuno ma tramite la strategia e i suoi giri veloci a metà gara rimane nella terra di mezzo in terza posizione. Anonimo oggi il finalndese.

  •   
  •  
  •  
  •