Formula Uno, GP Messico: Sebastian Vettel conquista la sua cinquantesima pole position.

Pubblicato il autore: Mara Pesenti Segui


Formula Uno. 
La Ferrari a sorpresa conquista la pole position del gran premio del Messico con Sebastian Vettel, autore di un ultimo giro di qualifica strepitoso, strappando la pole a Max Verstappen per soli 86 millesimi. Terza posizione della griglia di partenza per Lewis Hamilton che potrebbe laurearsi campione del mondo per la quarta volta già domani. I tempi dei primi sono tutti molto ravvicinati e domani si preannuncia una battaglia dura per la conquista del gradino più alto del podio. Quarto posto per Valtteri Bottas e quinto per Kimi Raikkonen, poco brillante nelle qualifiche di oggi, dietro di loro l’altra Red Bull di Daniel Ricciardo.
Sebastian Vettel, alla sua cinquantesima pole in carriera, commenta così la sua impresa: “E’ stato un grande giro. E’ molto difficile dare tutto in un unico giro. Vedremo cosa succederà domani, il passo gara è buono.”
Dall’altro lato, Max Verstappen appare piuttosto infastidito dopo che ha visto la sua potenziale prima pole position scippatagli dal Ferrarista:“Sono molto infastidito. Non sono riuscito a far funzionare le gomme. Ho dato tutto oggi, ma non è stato abbastanza.”
Lewis Hamilton, rimasto in ombra in queste qualifiche, ha commentato così il suo terzo posto: “Ho dato tutto quello che potevo dare, ma oggi non sarei riuscito a eguagliare questi due ragazzi.” 
La partenza di domani sarà sicuramente infuocata, con 900 metri che separano la linea di partenza dalla prima curva. L’appuntamento è domenica sera alle 20.

Qualifiche GP del Messico: cronaca

Q1. Si parte con strategie diverse per il Q1: Red Bull e Ferrari partono con la mescola supersoft, le Mercedes invece optano per la mescola più performante, la ultrasoft. Proprio grazie a questo vantaggio in termini di mescola, entrambe le frecce d’argento ottengono i primi due tempi con Lewis Hamilton in testa. Gli inseguitori però non sono distanti, con Verstappen a solo un decimo dall’inglese e Vettel immediatamente dietro. Eliminati al termine del Q1 Ericsson, Wehrlein, Magnussen, Grosjean e Gasly che non ha preso parte alle prove a causa dei problemi al motore avuti in FP3.

Q2. La gomma scelta da tutti è la viola, tutti i team saranno quindi nelle stesse condizioni di partenza domani in gara. Hamilton e Vettel fanno segnare subito i migliori tempi, distaccati di pochi millesimi di secondo. Arriva poi Verstappen a far segnare il nuovo record della pista e distanziando gli inseguitori di ben mezzo secondo. Nel frattempo la seconda toro rosso guidata da Hartley è costretta al ritiro a causa di problemi al motore. Solo Vettel riesce ad avvicinarsi un po’ di più al tempo dell’olandese Max Verstappen, ma il distacco è comunque di tre decimi. Eliminati in questo turno Masso, Stroll, Hartley, Alonso e Vandoorne.

Q3. Tutti i piloti scendono in pista per effettuare il primo tentativo del Q3. Verstappen sembra averne più di tutti oggi e si trova primo due decimi davanti a tutti. La Red Bull ha fatto un enorme passo avanti, come ha già dimostrato ad Austin e domani potrebbe essere in lotta per la vittoria. Nell’ultimo tentativo Verstappen non si migliora e nemmeno Hamilton riesce a compiere le sue solite magie. E’ invece Sebastian Vettel a compiere un giro straordinario guadagnandosi la pole position per soli 86 millesimi.

  •   
  •  
  •  
  •