F1, Hamilton attacca il regolamento 2018: ” Sarà come guidare un autobus”

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Hamilton attacca la Federazione per l’introduzione di alcune regole nel nuovo regolamento per il 2018 che faranno apportare modifiche importanti a tutte le monoposto in gara.

Il cambio di regolamento apportato dalla FIA. Lewis Hamilton domenica ha dimostrato di aver meritato ampiamente il titolo di campione piloti grazie alla sostituzione della power unit la domenica mattina così da poter disputare la gara con un unita motrice freschissima e poter dare il massimo nel week-end brasiliano. Questa nuova power unit ha permesso all’inglese di usare per ben 30 gira la mappatura aggressiva e che ha consentito una maggior prestazione per tutta la durata del Gp. Nel 2018, però, una situazione del genere non potrà ripetersi per via dei nuovi cambiamenti apportati al regolamento. Infatti, la FIA, ha deciso di ridurre da quattro a tre le power unit utilizzabili nell’arco di una stagione nonostante la presenza di più gare presenti nel nuovo calendario e la novità più discussa da tutti ovvero l’introduzione del Halo un dispositivo che consente maggior sicurezza a tutti i piloti in pista. La novità sui motori imporrà ai team maggiori attenzioni: infatti le unità dovranno essere più affidabili rispetto a quelle viste nelle stagioni precedenti e la mappatura aggressiva dovrà esser limitata affinchè non si rovini l’intera unità del motore.

L’attacco di Hamilton alla Federazione. Questo nuovo scenario non entusiasma il nuovo campione del mondo Lewis Hamilton che non ha ben gradito queste novità introdotte dalla federazione. L’inglese attacca sia l’introduzione dell’Halo e sia le novità per quanto riguarda i motori e le critiche sono pesanti quelle mosse dal campione del mondo: “ Dovremo chiudere la stagione utilizzando solo tre motori, e quindi le prospettive per la prossima stagione sono peggiori. mo costretti a guidare come i piloti di endurance. Già adesso dobbiamo guidare vetture pesanti, con 105 kg di benzina. Poi l’anno prossimo arriva l’Halo. Sarà come guidare degli autobus. Le macchine saranno più pesanti, quasi come delle NASCAR, e aumenteranno gli spazi di frenata, perciò andremo più piano e saremo sempre al limite con la temperatura dei freni. L’idea di avere solo tre motori  per campionato mi fa schifo.” Una dichiarazione non felice quella di Lewis Hamilton che non farà certo piacere alla Federazione.

  •   
  •  
  •  
  •