Gran Premio di Catalogna: novità, cambiamenti e preparativi

Pubblicato il autore: ENRICO PICONE Segui

Si avvicina il giorno della ventiseiesima edizione del Gran Premio di Catalogna. Il circuito di Montmeló è il primo ad aprire le porte ai tifosi. Tutte le novità, i cambiamenti e i preparativi alla settima prova del motomondiale.

Tornano i tifosi al Gran Premio di Catalogna

Torna il pubblico a Montmeló, invitato ad occupare il 20% dei posti rispetto alla capacità totale del circuito. Il fragore della folla radunata sotto il podio manca ai tifosi stessi, ai piloti che possono salutarli dall’alto e agli spettatori che da casa partecipano alla festa di ogni fine gara.

Il morale dei piloti non è indifferente al calore del pubblico. Il tifo agisce senz’altro per vie e per modi diversi rispetto agli altri sport. Diversamente dal calciatore che raccoglie l’energia dalla curva prima di battere il calcio d’angolo, il pubblico delle corse esercita sul pilota una sorta di impatto a lungo termine. Chi meglio di Joan Mir può raccontarci cosa si prova? Mentre si laureava campione del mondo, il pilota spagnolo ha provato invano a ignorare il gelido silenzio degli spalti.

«Nel 2019 ero un rookie, ma l’anno scorso sono stato in grado di vincere il titolo. Ma non c’erano i tifosi ed è stato molto di triste. Sono curioso di vedere la gente sulle tribune, è qualcosa che mi manca davvero e che voglio vivere!»

Rins infortunato

Referto infelice per Álex Rins, reduce da uno sfortunato indicente in bicicletta rimediato proprio sul Circuito di Catalogna: radio fratturato e intervento chirurgico programmato per venerdì mattina. Il pilota catalano della Suzuki dovrà rinunciare all’appuntamento speciale con il suo pubblico di casa.

Cambia l’orario della gara

Giovedì 3 giugno hanno avuto luogo la conferenza stampa della MotoE, l’evento inaugurale previsto dal calendario del weekend del Gran Premio di Catalogna, e la conferenza stampa della Moto GP. A partire dalle ore 09:00 di venerdì 4 giugno, si terranno le prove libere di Moto3, MotoGP (ore 09:55), Moto2 e MotoE. Dalle ore 12:35 di sabato 5, inizieranno le qualifiche di Moto3, MotoGP e Moto2. Domenica 6 giugno le gare: alle ore 11:20 partirà la Moto3, alle ore 13:00 la MotoGP, alle ore 14:30 la Moto2 e alle ore 16:00 la MotoE.

Guardando al 2022

A partire dalla prossima stagione, la RC16 del Tech3 KTM Factory Racing sarà guidata da Remy Gardner. Dopo cinque anni in Moto2, il pilota ventitreenne reduce dalla vittoria al Mugello – e in testa alla classifica con sei punti di vantaggio – ha ottenuto la fiducia di KTM. Il leader australiano della Moto2 ha raggiunto il traguardo più ambito, ma è consapevole di dover mantenere viva l’attenzione sulla stagione in corso, e così anche la KTM, che al Gran Premio di Catalogna 2020 ha festeggiato la vittoria di Darryn Binder in Moto3.

Quartararo, come a casa

Il leader del campionato ha dimostrato di sapersi preparare al meglio per il Gran Premio di Catalogna. Qui ha ottenuto la sua prima vittoria, il suo primo podio da pilota della classe regina e l’ultimo Gran Premio, dove ha registrato il giro più veloce di 1’40”142 a 166,3 km/h. La sfida per gli altri piloti sarà quella di adattare il proprio stile al circuito meglio di quanto abbia fatto Quartararo negli ultimi anni.

  •   
  •  
  •  
  •