F1, Ecclestone: cambio dei motori nel 2016

Pubblicato il autore: Chiara Console Segui

F1: Bernie Ecclestone

Per la F1 il 2016 potrebbe essere l’anno dei nuovi motori, grazie a un importante cambiamento nel regolamento: ad affermarlo è il boss del Mondiale Bernie Eccleston, riportando sotto i riflettori il dibattito che ha dominato la stagione appena conclusa. A far partire la richiesta di un cambiamento radicale è stato Christian Horner, team principal di Red Bull; per sigillare l’accordo, inoltre, non servirebbe neanche la totalità dei voti dello Strategy Group, riunito nell’attesissimo incontro del prossimo 18 dicembre nel quale si metteranno a punto tutte le nuove regole che decideranno il futuro della Formula 1, ma solo la maggioranza.
Al voto ormai imminente parteciperanno lo stesso Bernie Ecclestone, detentore dei diritti commerciali, la FIA e sei team, Ferrari, Lotus, McLaren, Mercedes, Red Bull e Williams, con sei voti per ognuna delle tre entità. Sulla questione motori, lo stesso Ecclestone si è espresso in maniera piuttosto chiara: «Potremmo scommettere tutto il nostro denaro sulla vittoria della Mercedes al prossimo Mondiale ma non è questo ciò che stiamo davvero cercando. Ho proposto e sto proponendo ancora un ritorno al motore ad aspirazione, con alcuni componenti ibridi. Per le persone che hanno costruito questi motori da corsa e tutti coloro che stanno lavorando su quelli che abbiamo attualmente sarebbe un sogno realizzarne uno ad aspirazione e svilupparlo con la potenza di 1000 cavalli che, poi, è ciò che credo sia nei nostri desideri».

  •   
  •  
  •  
  •