F1, Marussia Lowdon accende nuove speranze per il 2015

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

Marussia

Forse, l’avventura della Marussia in Formula 1 non è definitivamente conclusa. Infatti, la scuderia che aveva chiuso con tre gare di anticipo lo scorso mondiale, ha rischiato di non poter partecipare al prossimo per motivi finanziari (debiti di oltre 60 milioni di sterline). Tuttavia, oggi la situazione sta cambiando e, grazie ad un’asta che mette in palio alcuni beni e strumentazioni del team, la Marussia potrebbe far parte delle squadre per il prossimo Mondiale di Formula 1, risultando peraltro già iscritta nella lista delle probabili scuderie al via nel 2015. Ad illustrare l’attuale situazione di scuderia è stato l’ex responsabile Graeme Lowdon, che però predica calma e spegne il facile ottimismo: “Ci sono state alcune aste, ma finora nessuno degli equipaggiamenti venduti è di quelli essenziali per il proseguimento dell’attività della squadra. Se venisse venduto la prossima settimana sarebbe difficile”. Alcuni rumors, inoltre, parlano di un acquisto della scuderia da parte di Geene Hass, già a capo dell’omonimo team, che entrerà in Formula 1 dal 2016; poi, sembra che buona parte del personale del team e molti tecnici siano rientrati in squadra per avviare i test del prossimo 4 febbraio a Jerez. Lowdon non si sbilancia; si dice convinto che, a specifiche condizioni economiche e finanziarie, però, la Marussia potrebbe rientrare tra i team del Mondiale 2015, e riguardo al probabile acquisto della squadra da parte di Hass afferma: “Sarebbe una bella notizia per noi e per i nostri tifosi”. Il nuovo team prenderebbe il nome di Manor F1. Una nuova avventura in F1 per la  Marussia sarebbe una bella notizia per i fan e i tifosi, ma anche un segnale di incoraggiamento per Jules Bianchi, che proprio a bordo di questa monoposto ebbe il terribile incidente, che ancora oggi lo tiene bloccato in una situazione estremamente critica.

  •   
  •  
  •  
  •