F1 safety car virtuale, le regole per il mondiale 2015

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

Fia detta regole per Safety car virtuale

La mancanza di chiarezza sull’intervento della safety car virtuale durante le gare di Formula 1 aveva scatenato le polemiche più accese in occasione del terribile incidente occorso a Jules Bianchi durante il GP di Suzuka  lo scorso ottobre. A tal proposito la Fia (Federazione Internazionale dell’Automobile) che detta le regole per la Formula 1, proprio oggi ha ufficializzato le modalità di utilizzo della safety car virtuale e che saranno valide sin dal Mondiale 2015. Secondo quanto stabilito la safety car virtuale dovrà intervenire  “quando le doppie bandiere gialle saranno necessarie in qualsiasi sezione della pista e quando i piloti o i funzionari possono essere in pericolo, ma le circostanze non sono tali da giustificare l’uso della safety car stessa”. Il uso sarà comunicato a tutti i responsabili delle squadre, che provvederanno all’esposizione dei cartelli con la scritta VSC. Durante l’uso della safety car virtuale le monoposto non potranno fare il loro ingresso nei box (tranne per un urgente cambio di penumatici), mentre i piloti dovranno rispettare una specifica tempistica, decisa dalla Fia, e che riguarderà le diverse parti in cui il circuito verrà suddiviso. Inoltre, i piloti dovranno guidare l’auto in maniera oculata, “non lentamente, in modo irregolare o in una maniera che potrebbe essere considerata potenzialmente pericolosa. Il mancato rispetto di una di queste regole comporterà una penalizzazione, definita dai responsabili di gara. Nel momento in cui la safety car virtuale verrà rimossa dalla gara, i piloti verranno informati attraverso i cartelloni, su cui lampeggerà una luce verde. Questo sarà il segnale che permetterà ai piloti di riprendere nuovamente l’andamento regolare della gara. Secondo gli esperti la safety car virtuale potrebbe evitare pericoli e situazioni gravi (come quella dell’incidente di Bianchi), la penalizzazione o il vantaggio per i piloti in gara ed un minore ricorso alla safety car vera, forse fin troppo usata nel passato. Già usata negli ultimi GP del 2014, ora le nuove regole ufficializzate regolamenteranno tutto il Mondiale di Formula 1 del 2015, sin dall’esordio il prossimo marzo.

  •   
  •  
  •  
  •