Ferrari: con i risultati di Jerez comincia a far paura

Pubblicato il autore: Cristina G. Segui

Finalmente la Ferrari entra in gioco, e gli avversari cominciano a preoccuparsi. Dopo le quattro giornate di test a Jerez de la Frontera, nel corso delle quali, con il miglior tempo assoluto su gomme morbide di Raikkonen ieri e la prestazione di riferimento con gomme medie fissata da Sebastian Vettel lunedì, quella di oggi è la giornata dei commenti. Il Team principal Ferrari Maurizio Arrivabene si è espresso in maniera ottimista circa il futuro della scuderia:

“I test di questi giorni, se comparati allo scorso anno, hanno dato riscontri incoraggianti, la squadra ha lavorato bene, sia a casa, sia in pista e i nostri piloti hanno fatto un ottimo lavoro, dando feedback preziosi ai tecnici.” Continua poi Arrivabene che si dimostra sempre cauto e realista: “Non credo che i nostri avversari abbiano mostrato in questi giorni le loro vere potenzialità in termini di perfomance, credo il nostro e il loro vero valore lo scopriremo solo all’ultima sessione di test a Barcellona”

E se di avversari si parla, non si può non citare il team Mercedes, scuderia campione del mondo, il cui presidente nonché ex-pilota Ferrari Niki Lauda (che aveva espresso dubbi l’anno scorso sulla resa della Rossa) non ha tardato ad esprimere la propria sorpresa (e al tempo stesso preoccupazione) circa i dati emersi dalla quattro giorni in Andalusia: “Il passo della Ferrari è stata una sorpresa anche per noi. Si candidano a essere i nostri principali antagonisti nel 2015.” Una vera ammissione quella di Lauda,che poi ha tenuto a precisare: “Stiamo controllando anche gli altri. E la Ferrari specialmente ci aperto gli occhi. Non so se lotteranno con noi, ma sono in forma”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mick Schumacher e il primo match point per diventare Campione del Mondo F2. Ecco le possibilità