F1, retroscena incidente Alonso: “Dalla radio solo gemiti e lamenti, poi il silenzio”

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

 

 

 

Incidente Alonso

L’incidente di Fernando Alonso fa ancora parlare e, nonostante le smentite e le spiegazioni del team, il mistero rimane ancora fitto: problema alla vettura, forte raffica di vento, scossa elettrica o malore del pilota? La McLaren prova a chiudere il caso, parlando di “un normale incidente in un test”, causato da una forte raffica di vento, lo stesso Briatore alla radio ribadisce che “è stato un incidente come gli altri”, mentre il manager di Alonso da manforte, pubblicando su Twitter una foto del pilota che, nonostante la flebo al braccia e lo sguardo un po’ perso, appare in buono stato. Nonostante tutte le rassicurazioni e il comunicato della McLaren che parla di una raffica di vento improvvisa, il caso non si sgonfia; inoltre, la versione ufficiale della scuderia non appare molto convincente per due ragioni: Alonso procedeva ad una velocità bassa, come ha confermato Vettel, che era in scia dello spagnolo prima dell’incidente; le parole di un ingegnere di F1, che ha affermato: “Per il carico aereodinamico di queste monoposto l’ipotesi (raffica di vento n.d.a.) è verosimile se stai tirando forte, come Sainz a fine curvone. Non certo con la velocità di Alonso, che dalla velocità prima dell’impatto si vede oltretutto viaggiare a centro pista“. Infine, anche un esame accurato sui danni alle gomme sembra smentire l’ipotesi. Come se non bastasse, poi, (e questo infittisce sempre di più il mistero!!), arrivano anche le dichiarazioni dei meccanici McLaren ai box che, per loro stessa ammissione, hanno vissuto momenti di spavento ed angoscia: “Chiamavano Fernando, ma dalla radio arrivavano solo gemiti strani e soffocati. Poi, dopo un ultimo lamento, c’è stato solo silenzio“. Allora, che cos’è accaduto veramente??

  •   
  •  
  •  
  •