F1, Vettel Ferrari uniti per la vittoria

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

Vettel

Vettel  Ferrari… il sogno comincia! Il pilota della Rossa, a pochi giorni dall’esordio per l’inizio della nuova stagione di Formula 1, rilascia un’intervista al Tg1 (andrà in onda questa sera nell’edizione delle 20.00 e di cui la Gazzetta dello Sport riporta un’anticipazione) ed esprime la sua soddisfazione per essere alla guida della monoposto di Maranello: “Guidare una Rossa più che una responsabilità è un onore”. Vettel, però, non dimentica il passato e ricorda commosso il “Patron” storico della monoposto, Enzo Ferrari: “E’ un peccato che non ci sia, sarebbe stato bello conoscerlo. Quello che ci ha lasciato ha comunque un sapore di magia” e, con grande emozione afferma che “far parte della scuderian Ferrari è molto bello”. Dopo un viaggio nel passato, Vettel guarda al futuro con speranza ed ottimismo, seppur consapevole che le difficoltà non mancheranno nel corso della stagione che è alle porte: “So che ci aspetta un duro lavoro, ; molte cose sono cambiate, sono arrivate tante persone nuove, ma i tempi sono maturi, tutti vogliono disperatamente vincere e recuperare il posto che compete alla Ferrari. Il ferrarista esprime tutto il suo orgoglio nell’essere parte della grande famiglia della Rossa e afferma: “Per me è sempre stato un sogno far parte di questa scuderia. Sono felicissimo di essere qui”, seppur si dice consapevole chela chiave di tutto è vincere, è la mia ambizione e anche quella di tutti gli altri. Inoltre, il pilota della Rossa sente che questa potrebbe essere la stagione buona, visto il buon lavoro svolto durante i test invernali: “Il test a Jerez è andato bene. Abbiamo una buona macchina su cui lavoraere, la monoposto mi ha fatto una buona impressione, ma non possiamo pensare a niente di più, visto che non sappiamo con sicurezza quello che avranno gli altri. Tuttavia, l’obiettivo più importante è tornare sul podio. A proposito di vittorie nel Gp del Mondiale che verrà, il ferrarista sogna di vincere a Montecarlo e in Giappone, mentre su quello di Monza afferma: Non oso sognare una vittoria lì.. Anche se, forse, sotto sotto ci spera. Infine, Vettel parla dell’Italia, degli italiani e dell’accoglienza che qui ha ricevuto: “Mi sono sentito, sin da subito, in una grande famiglia, come se loro ritrovassero in me qualcosa di familiare”, mentre sulla cucina non poteva non dare il suo assenso: “Mi piacciono tanto il cibo e il senso della famiglia e la cosa che mi lega di più agli italiani è la passione per le corse. Sulla lingua, invece, pare debba fare ancora molti progressi: “Per capire me la cavo benino, ma mi manca ancora parecchi vocabolario. Nei miei piani c’è anche di cavarmela con il parlare. Sicuramente la Ferrari e tutti i tifosi della Rossa sperano che la parola più importante del vocabolario del pilota sia “vittoria”, ma qui non c’è bisogno di conoscere l’italiano per comprenderne il significato. Il pilota della Rossa lo sa e non vede l’ora di mettersi alla prova.. sperando di leggere ben presto i titoli dei giornali che celebrano le vittorie della coppia Vettel Ferrari. In quel caso, però, Vettel non avrà certo bisogno di traduzioni per capire…..

  •   
  •  
  •  
  •