F1: Addio Gp d’Italia? Inizia l’operazione salva-Monza

Pubblicato il autore: Cristina G. Segui

La cancellazione dal calendario F1 2015 del Gran Premio di Germania da parte di Bernie Ecclestone aveva già messo in allarme diversi circuiti in deficit economico, e al momento pare che i timori siano più che fondati per il Gp di Monza: La Foim ha infatti accelerato i contatti con la Thailandia, che sarà la nuova frontiera per il mondiale, andando a prendere il posto in calendario di Monza, ma con una settimana di ritardo, legandosi al gran premio di Singapore. Non una cancellazione certa per il 2016, ma un rischio più che concreto quello paventato da Bernie Ecclestone (“Ciò che è successo in Germania potrebbe accadere anche in Italia”), il quale avrebbe già bollato la gara italiana come un clamoroso disastro commerciale, analogamente al Gp di Germania, cancellato dal calendario F1 dopo ben 60 anni di presenze in calendario. Conscio dell’importanza della questione Ivan Capelli, a capo dell’organizzazione del Gran Premio d’Italia di F1, ha iniziato la sua battaglia per salvare lo storico GP nostrano: “Ecclestone non sembra disponibile ad ascoltarci, ma bisogna fargli cambiare idea. Dobbiamo essere noi a presentargli proposte giuste. Siamo in due, dobbiamo dialogare e trovare una giusta ripartizione tra costi e benefici. Stiamo già lavorando per trovare un dialogo. La cancellazione del GP di Germania dimostra che il bicchiere è mezzo pieno e mezzo vuoto. Mezzo vuoto perché Ecclestone non guarda in faccia a nessuno: abbiamo una Mercedes che ha vinto il Mondiale, Sebastian Vettel che vince con la Ferrari, ma lui è andato per la sua strada. Mezzo pieno perché da questo punto di vista la cancellazione della gara tedesca darà più possibilità a noi, dato che i tifosi che volevano andare in Germania a vedere il GP si spalmeranno tra Belgio, Austria e Italia. Siccome noi siamo attrattivi in questo senso, spero che i tifosi possano tornare a riempire le tribune. Questo è il messaggio che deve passare. Noi ci impegneremo con tutta la squadra a fare in modo che ci sia questa possibilità.” Le trattative per il rinnovo del Gp d’Italia in F1 inizieranno ufficialmente nel mese di Maggio, l’opera si annuncia piuttosto spinosa, ma Capelli ha rassicurato i tifosi italiani: “Affrontiamo fiduciosi il percorso per portare il prolungamento del contratto per lo meno fino all’anno 2020”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: