F1 – Aria di rinnovo in Ferrari per Kimi Raikkonen

Pubblicato il autore: Cristina G. Segui

La Red Revolution annunciata in Ferrari tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015 sembra iniziare a dare i suoi frutti: la Rossa si è assestata di diritto come seconda forza del mondiale F12015, riuscendo anche a centrare con Sebastian Vettel una vittoria nel Gp di Malesia, risultati considerevoli se si pensa alle disastrose annate precedenti in casa Ferrari. A trarre giovamento dal clima di soddisfazione portato dagli ottimi risultati in pista di sicuro è Kimi Raikkonen, il quale pare abbia ritrovato la voglia di vincere che un anno fa sembrava mancare, complice una Ferrari nuovamente competitiva. Quest’anno l’ex campione del mondo 2007 pare proprio essere tornato nella sua forma migliore, sebbene un po’ di sfortuna e qualche errore di troppo non gli hanno permesso fino ad ora in gara di ottenere risultati migliori del compagno Sebastian Vettel. Proprio per queste ragioni nonostante un avvio di campionato non completamente soddisfacente Kimi Raikkonen sarebbe ad oggi molto vicino a prolungare il suo rapporto con la scuderia di Maranello anche per l’anno 2016. A onor del vero il contratto attuale che lega il finlandese alla scuderia Ferrari (ben 12 milioni di euro, premi esclusi), che si concluderebbe a fine 2015, prevede già un’opzione per il 2016,e a questo punto pare proprio che Arrivabene e tutta la dirigenza Ferrari sarebbero propensi a farla valere.A rendere sempre più certo il rinnovo le prestazioni sempre più convincenti del pilota 35enne a bordo della Rossa, nonché la attuale assenza dal mercato di piloti altrettanto validi che possano dare le stesse garanzie di rendimento dell’ex campione del mondo 2007. Nelle prossime settimane potrebbero già essere avviate le trattative, che comunque non dovrebbero protrarsi oltre la metà della stagione in corso: un clima di continuità parrebbe la scelta migliore per costruire prospettive nel medio-termine per la scuderia in fase di risalita e la conferma di Kimi Raikkonen (oltre alla ormai certa presenza in Ferrari di Sebastian Vettel anche per il prossimo anno) andrebbe esattamente in questa direzione.

  •   
  •  
  •  
  •