Formula 1, Lewis Hamilton bagna la hostess: è bufera sui social

Pubblicato il autore: Mattia Ravaglia Segui

Formula 1, Lewis Hamilton

Lewis Hamilton ha conquistato il Gran Premio di Cina di Formula 1. La notizia dovrebbe essere solo questa ma succede che, a causa dell’esultanza sul podio da parte del Campione del Mondo, il pilota inglese della Mercedesvenga accusato di atti sconsiderati e sessisti.

Le immagini della premiazione dell’ultimo Gran Premio di Formula 1 non sono passati inosservati da parte di “Object”, una campagna di sensibilizzazione sul sessismo nei media e sulla donna come “oggetto sessuale”: Hamilton durante l’esultanza per la vittoria aveva versato lo Champagne direttamente sul volto di una hostess sul podio, che aveva dimostrato di non gradire il gesto.

Qui di seguito riportiamo le parole di Roz Hardie, chef executive di Object:

Le fotografie mostrano che la ragazza non viene soltanto bagnata dallo champagne, ma che lo stesso champagne è diretto proprio contro la sua faccia, cosa che non sembra essere parte di una sua scelta volontaria durante il festeggiamento. Crediamo che Hamilton debba scusarsi e che debba fare attenzione a come si comporterà in futuro. Per la maggior parte delle persone, è chiaro che la hostess non abbia apprezzato quel gesto. Non è semplice essere una grid-girl, ma lei non poteva fare molto altro se non restare ferma e farsi bagnare. Hamilton sembra aver approfittato della situazione. È spiacevole come una bella vittoria venga rovinata da un comportamento egoista e sconsiderato. Gli sport motoristici tendono a dipingere le donne come oggetti sessuali, e questo ostacola una loro presa di posizione. Ci auguriamo che in futuro ci sia più rispetto per queste ragazze

Hamilton non è nuovo ad esultanze del genere: era già avvenuta la stessa situazione nei Gran Premi di Formula 1 a Barcellona e in Austria dello scorso anno. Si aspettano quindi le scuse ufficiali del pilota inglese.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Formula 1, Ferrari | Mattia Binotto: "Siamo concentrati sul 2021, tre giorni di test sono un numero limitato".