Il Gran Premio d’Italia potrebbe non corrersi più

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

gp monza

Il Gran Premio di Monza, uno dei circuiti storici della F1, è a rischio cancellazione. Da quando fu istituito il Campionato Mondiale di Formula 1, nel 1950, Monza è stata sempre una delle tappe più affascinanti, dal momento che il tracciato è tra i più tecnici di tutto il campionato automobilistico. Il circuito misura oltre 5,7 km e, avendo addirittura quattro rettilinei in cui le vetture superano i 330 km/h, è noto agli appassionati come il tempio della velocità. Questo splendido tracciato, con tutta la sua storia e la sua tradizione, potrebbe essere spazzato via.

Maroni in persona si è mobilitato per cercare di porre rimedio a questa infausta possibilità che priverebbe l’Italia del suo circuito. Il presidente della Regione Lombardia, infatti, non ci sta e sta cercando, almeno a parole, ogni aiuto possibile per evitare che un gran premio come quello di Monza venga tagliato dalla FIA. Si è pensato ad una raccolta firme da unire alla minaccia, da parte della Ferrari, di non correre senza il gp italiano, tutte strade percorribili, ma non si sa quanto possano essere fruttuose.

Certo è che per Bernie Ecclestone, l’uomo che di fatto controlla la F1, la soluzione può essere solo una, e cioè pagare. Qualora non si riesca a farlo, allora che si proceda pure alla cancellazione, dato che per il magnate inglese non fa alcuna differenza cancellare un gp in Italia o in un’altra parte del mondo, tutto si riduce ad una mera questione di soldi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: