Arrivabene: “Prima di vincere serata in pizzeria!”

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

images

Gara entusiasmante quella che ha visto protagonista Vettel trionfare al Gp d’Ungheria con la Ferrari in una gara dominata dai giri iniziali. Una vittoria che che reca ai tifosi ed al team Ferrari soddisfazione, ma lascia anche qualche strascico di polemica. La prima polemica di cui si è ampiamente discusso ha visto protagonista la regia internazionale che in 40 giri di gara è stata capace di inquadrare la vettura di Maranello più o meno in una quarantina di secondi scarsi. Questo a causa di uno screzio avvenuto tra la dirigenza Ferrari e Bernie Ecclestone che comunque non giustifica un comportamento simile.

L’altra polemica è avvenuta subito dopo il taglio del traguardo da parte di Vettel, in seguito ad un’intervista da parte dei giornalisti RAI al Team Manager Ferrari, Maurizio Arrivabene. Il team principal della scuderia Ferrari ad una domanda sulla soddisfazione per il ritorno sul podio della rossa risponde cosi:” E’ la nostra seconda vittoria, in 10 gare abbiamo fatto 8 podi e due vittorie, fate voi. A chi non sa fare i conti dedico questa vittoria. Sono felice per la vittoria ma fino al traguardo non sei mai certo di vincere. Piuttosto ho chiesto a tutti i ragazzi nella serata di sabato di mangiare una bella pizza all’arrabbiata e non accetto che si dicano o si scrivano cose che vogliono distruggere questa squadra e i suoi uomini. Fino a quando ci sarò io qua non lo permetterò”. 

Polemica netta e diretta verso Lauda, Presidente non esecutivo della Mc Laren che pochi giorni prima aveva accusato la Ferrari e gli italiani di essere bravi unicamente nel settore culinario, dalla pizza agli spaghetti.

Arrivabene ne ha per tutti ed il tono e contenuto polemico della seconda parte della risposta è probabilmente rivolto a chi ha fatto illazioni nel voler smantellare il team Ferrari. Il messaggio è forse più interno al gruppo Fiat e alle voci di un nuovo arrivo come Ad al posto del pensionando Amedeo Felisa, che lasciando Maranello a settembre potrebbe aver acceso gli interessi (legittimi) di qualcuno che ha forse una visione più ampia del semplice ruolo di Ad della Ferrari.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: