F1: Romain Grosjean sogna il ritorno in Renault

Pubblicato il autore: Jessica C

photo-home-page-romain-grosjeanRomain Grosjean ha dichiarato che in futuro vorrebbe ritornare a Entstone, in Inghilterra sede della Renault, squadra con la quale il pilota svizzero vorrebbe ritornare a gareggiare.

In seguito alle indecisioni sul futuro della Lotus, Grosjean ha deciso di lasciare il team dopo quattro anni per passare alla nuova arrivata Haas.

Dopo sei mesi di trattative, la fabbrica francese, Renault ha confermato nel mese di dicembe il suo ritorno in Formula 1.

Romain Grosjean ha fatto il test driver per la Renault e ha debuttato in Formula 1 a metà 2009. Ai microfoni di Autosport ha dichiarato che è stato difficile lasciare Enstone ma che non ha chiuso del tutto la porta.

Enstone è un grande capitolo della mia vita, la gente che lavora lì sono miei amici, è come una famiglia e conosco ogni singolo angolo della fabbrica. Alcuni Natali li ho passati lì, quando vivevo in Inghilterra sono andato per la vigilia con mio cognato”

“E’ stato difficile andare via ma chi lo sa? Forse tra tre o quattro anni realizzeranno una macchina veloce da poter vincere il mondiale e magari mi chiameranno per vincere insieme. Sarebbe l’ ideale”.

 

Leggi anche:  Liuzzi a SuperNews: "Ferrari? Errori madornali da non ripetere nel 2023. Verstappen ha fame di vittoria, merita il Mondiale"

Il finale di stagione di Grosjean è stato difficile alla Lotus dal momento che lo sviluppo del team è stato condizionato da restrizioni di budget e questo significa che la squadra ha terminato il campionato con una macchina praticamente simile a quella con cui hanno iniziato la stagione.

Senza quelle limitazioni, Romain Grosjean è convinto che il team ha tutto le capacità e le persone che gli permettono di ritornare a lottare per dei migliori piazzamenti.

“E’ un team campione del mondo”, ha continuato lo svizzero “le vittorie nel 2005 e nel 2006 non sono poi così lontane”.

Tornando ad Enstone il pilota crede ancora nel potenziale della Renault:

“Lo so da tempo e anche loro ne sono consapevoli ma è difficile dimostrarlo se non hai gli stumenti di cui hai bisogno“.

 

Leggi anche:  Liuzzi a SuperNews: "Ferrari? Errori madornali da non ripetere nel 2023. Verstappen ha fame di vittoria, merita il Mondiale"

La carriera di Romain Grosjean ad Enstone:

2006-07: Primo approccio con il team Renault come membro dello sviluppo dello schema dei piloti quando correva ancora in Formula 3.

2008: Diventa test driver Renault e debutta a metà stagione durante una sessione di prove a Barcellona.

2009: Dalla GP2 viene chiamato in Formula 1 per sostituire Nelson Piquet Jr che viene espulso dal gran premio del Belgio dopo le rivelazioni scandalose sul Crashgate. I fatti risalgono al gran premio di Singapore nel 2008. Felipe Massa era in lotta per il titolo mondiale ma lo perse a causa dell’ incidente creato volutamente dallo stesso Piquet che andò a sbattere contro un muretto favorendo l’entrata della Safety Car e in questo modo la rimonta del compagno di squadra spagnolo che andò a vincere la gara.
A seguito di gravi crisi finanziarie del team, Grosjean viene licenziato.

Leggi anche:  Liuzzi a SuperNews: "Ferrari? Errori madornali da non ripetere nel 2023. Verstappen ha fame di vittoria, merita il Mondiale"

2011: Dopo un periodo con la GP2 per risanare la sua carriera, Grosjean, ritorna ad Enstone come test driver e corre durante le prove libere del venerdì negli ultimi due gran premi dell’anno.

2012: Ritorna in Formula 1 come pilota ufficiale della Lotus accanto a Kimi Raikkonen. Ottiene tre podi ma la stagione è condizionata dai tanti incidenti tra i quali quello in Belgio dove ha ottenuto una penalità.

2013: Termina la stagione al settimo posto ottenendo sei podi.

2014/15: Continuano i problemi finanziari alla Lotus. Il risultato migliore di Romain Grosjean è stato un terzo posto quest’anno nel gran premio del Belgio.

  •   
  •  
  •  
  •