Michael Schumacher uscito dal coma? No, è la solita bufala

Pubblicato il autore: Daniela Segui

schumacher_2Purtroppo è la solita bufala del web. Sfortunatamente per gli appassionati, Michael Schumacher è ancora in coma, assistito amorevolmente dalla moglie e dai suoi parenti. L’ex campione di Formula Uno, ormai in stato comatoso da circa tre anni (da quel terribile incidente sugli sci), è tutt’oggi a letto immobile. Le sue condizioni restano critiche: ha un grosso ematoma alla testa, ha poca coscienza di ciò che accade intorno, è incapacitato a muoversi e a mangiare. E’ costretto a compiere ore di fisioterapia al giorno per tenere in esercizio muscoli che altrimenti potrebbero atrofizzarsi. Continua a non essere autosufficiente e la sua vita resta sempre “attaccata” ai macchinari che lo alimentano e idratano. Tutto il resto, un possibile risveglio, parole pronunciate ai suoi cari sulla sua visita nell’aldilà è pura invenzione. Come tante, troppe, s’ aggirano nel web. Probabilmente tutto è nato dal fatto che i tifosi di Formula Uno, soprattutto della rossa Ferrari, restano fortemente legati al ricordo di Schumi, e la sua fine tragica ha lasciato un grande vuoto. Soprattutto perchè ci si aspetta un risveglio e un possibile ritorno in pista del vecchio campione.

Cosa improbabile per non dire impossibile. Insomma la notizia di un risveglio del tedesco ha destato non pochi interessi nel mondo. Forse si sapeva che era una bugia, ma gli fan hanno sperato anche per un solo momento che tutto fosse vero. La falsa informazione, così è stata annunciata:”Michael Schumacher dopo più di due anni da quel terribile incidente, si risveglia dal coma, e tra o stupore e la commozione di parenti e amici pronuncia le sue prime parole. Michael rivela di aver visto il paradiso, di averci osservato da un mondo parallelo ultraterreno dove aveva trovato la pace e la serenità che in tutti questi anni passati tra gli uomini, erano venute meno- e continua- Schumi lascia tutti sotto shock, confessa che la vita ultraterrena esiste ed è qualcosa di indescrivibile, adesso vuole dedicarsi completamente e interamente a fare del bene, e inizierà donando tutta la sua fortuna in beneficenza”. Insomma non solo bufala…proprio uno scherzo di pessimo gusto!

Ovviamente all’informazione e alla consapevolezza della non veridicità ne è seguita una profonda indignazione. Ovviamente si spera che l’anima di Michael, nonostante la sofferenza del suo corpo, si trovi in un mondo migliore, che osservi davvero il mondo dall’alto e che nonostante lo strazio lui stia bene in un posto che nessuno può immaginare nè percepire. Eppure questa, è e resta un bella “favoletta”. Ovviamente nulla è dimostrabile ne nell’una ne nell’altra ipotesi. Ma quello che si percepisce nel mondo terreno, è il corpo di un uomo un tempo campione, che ora lotta per sapere chi è e cosa ci fa ancora sulla terra. Forse un domani si sveglierà davvero dal suo stato vegetativo, o più probabile, questo sarà l’ultimo anno che Michael resterà in vita. Ancora non si sa. Certo la falsa news e la rivelazione di questa bugia, hanno di nuovo riaperto una ferita: per la famiglia, e per gli appassionati di Formula Uno.

  •   
  •  
  •  
  •