Raikkonen il più veloce di tutti nei test di Montmelò

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

F1 RaikkonenKimi Raikkonen ha realizzato il miglior tempo nella quarta e ultima giornata di test sul circuito catalano di Montmelò. Il finlandese della Ferrari ha inanellato 80 giri in totale, il migliore dei quali in 1’23″477, ottenuto con le gomme ultrasoft. Alle spalle del campione del mondo 2007 il russo della Red Bull Daniil Kvyat con 1’24″293 realizzato sempre con pneumatici ultrasoft e il messicano della Force India Alfonso Celis in 1’24″840. Quarto posto per il danese della Renault Kevin Magnussen (1’25″263) che ha preceduto l’olandese della Toro Rosso Max Verstappen (1’25″393) e il brasiliano della Sauber Felipe Nasr (1’26″053). Le Mercedes del tedesco Nico Rosberg (1’26″187) e dell’inglese Lewis Hamilton (1’26″295) hanno chiuso in settima e ottava piazza.

LE PAROLE DI HAMILTON Nonostante la performance non eccezionale il Campione del Mondo in carica Lewis Hamilton si è lasciato andare a commenti a dir poco entusiastici: “Incredible” così ha definito l’affidabilità della sua nuova Mercedes dopo aver inizialmente creduto “da pazzi” gli obiettivi di alto chilometraggio del team per il primo test della stagione di Formula 1.

Leggi anche:  F1, Mick Schumacher correrà con Haas nel 2021

Il campione del mondo nel quarto ed ultimo giorno ha completato 99 giri prima di cedere il volante al compagno di squadra Nico Rosberg per la sessione del pomeriggio. Nel corso dei suoi tre stint – di fatto due giorni interi – con la nuova W07 Hybrid ha accumulato un totale di 343 giri o 1.596 km.

Questo è stato l’obiettivo fissato da Mercedes per entrambi i suoi piloti in vista dei quattro giorni, che Hamilton non si sentiva era possibile in precedenza. “E’ stata una settimana difficile, abbiamo fatto un sacco di chilometraggio. E’ stata la migliore settimana di test che abbiamo mai avuto. Prima di venire qui la squadra ha parlato di fare 800 chilometri al giorno, e stavo pensando che erano matti. Non l’avevo mai fatto in passato, e di solito l’auto si rompe. Ma non ho mai avuto un test come questo, dove l’auto va avanti e avanti e avanti. E’ stata una sfida fisica facendo tutti quei giri, ma è stato incredibile. Non ho mai visto niente di simile, solo la forza di questa vettura nel suo complesso. E pensare che abbiamo vinto due campionati del mondo, e nell’entrare nel nostro terzo anno si potrebbe pensare che sia così facile per noi perdere la concentrazione. Ma tutti sono più concentrati che mai e hanno fatto un lavoro ancora migliore in termini di sviluppo dell’intero pacchetto di quanto abbiano mai fatto prima. Spero che continuiamo ad andare più forte“.

  •   
  •  
  •  
  •