Sicurezza in F1, Surtees bacchetta Hamilton ed elogia Vettel

Pubblicato il autore: Mario Massimo Perri Segui

Non si chiude la polemica a distanza sul dispositivo di sicurezza Halo che sarà introdotto ufficialmente – in Formula 1 – nel 2017, ma che già da quest’anno ha visto alcune squadre (come la Ferrari) testare questo dispositivo. Dopo le dichiarazioni di una settimana fa di Hamilton, il quale aveva espresso delle perplessità sul proprio profilo Instagram, definendo Halo “una delle cose più brutte mai viste nella storia della F1” interviene l’ex campione del mondo Jonh Surtees, colpito da una grave perdita proprio in una gara sulle quattro ruote.

Surtees ha perso il proprio figlio Henry proprio nel corso di una corsa automolistica. Nel 2009, in una gara di Formula 2, uno pneumatico di 28kg si staccò da una monoposto e finì sulla testa del giovano inglese, che morì sul colpo. Fu sicuramente un colpo terribile per un padre che, da quel momento, ha fatto della sicurezza nelle corse automobilistiche uno dei propri dogmi. “Ho dovuto patire la perdita di Henry. Con un sistema come l’Halo, sicuramente, mio fglio sarebbe qui con me. Lewis potrebbe pensare un pò di più a questo nuovo sistema e alle responsabilità che ricopre riguardo alla sicurezza, essendo il campione del mondo e l’uomo di punta del circus a quattro ruote. Vettel, invece, ha insistito molto per migliorare la sicurezza.” la risposta di Surtees ad Hamilton.

Il sistema di sicurezza per i piloti, Halo, sarà introdotto dalla stagione 2017

Il sistema di sicurezza per i piloti, Halo, sarà introdotto dalla stagione 2017

Ricordiamo che il 3 marzo scorso il pilota della Ferrari, Kimi Raikkonen, aveva testato Halo, che presenta una struttura con profilo centrale a V (vedi foto). Halo permetterebbe ai piloti di mantenere un’ampia area libera sopra la testa, in modo tale da consentire la semplice uscita dal cockpit in caso di incendi della vettura.

Leggi anche:  Mick Schumacher e il primo match point per diventare Campione del Mondo F2. Ecco le possibilità

John Surtees è stato l’unico pilota della storia ad aver conquistato il titolo di campione del mondo sia nel motociclismo sia nella Formula Uno. L’ex pilota, infatti, iniziò la sua carriera sulle due ruote (dove vinse ben sette titoli mondiali) per poi passare, convinto da Enzo Ferrari, al volante di una Formula 1 proprio con la scuderia di Maranello (con la quale conseguì, grazie alle sue quattro vittorie stagionali, il titolo piloti nel 1964).

  •   
  •  
  •  
  •