F1 GP Germania, Arrivabene: “Non mi arrendo. Vettel: “Ho avuto alti e bassi”

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
Arrivabene Soddisfatti solo se si vince, ma il passo era buono. Vettel Ancora più vicini ad Abu Dhabi

Maurizio Arrivabene e Sebastian Vettel

GP Germania: le parole del post gara

Si è concluso il Gran Premio di Germania, nel tracciato di Hockenheim ha trionfato Hamilton. Il pilota della Mercedes, precede Nico Rosberg. L’inglese si porta a più 19 punti nella Classifica piloti, sempre avanti al compagno di squadra. A sorpresa, le RedBull di Ricciardo e Verstappen, si sono piazzate seconda e terza. Solo quarto Nico Rosberg e le Ferrari quinta e sesta. Di seguito le dichiarazioni del post gara dei piloti. Ecco le parole del vincitore del GP di Germania, Lewis Hamilton: “Grazie mille a tutti i fans. Il bilancio è stato incredibile per me. Sono felice di essere qui per la Mercedes. Penso che l’intero team abbia lavorato duro questa metà di stagione. Hanno bisogno di una pausa. Tutti ne abbiamo bisogno”. Il secondo arrivato, Daniel Ricciardo, commenta la gara: E’ stato bello. E’ la seconda volta in due settimane che raggiungo il podio. La cosa più entusiasmante è vedere tutti i tifosi qui. Mamma e papà sono qui, vi ringrazio. E’ incredibile”. Max Verstappen, velocissimo in Germania e sul terzo gradino del podio, è soddisfatto: “Abbiamo avuto un buon inizio e con il team abbiamo scelto due diverse strategie, così ho lasciato passare Daniel. Abbiamo lavorato bene come squadra“. Il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, è contrariato dalle prestazioni negative della Rossa. Ora Vettel e Raikkonen sono dietro, anche alle Redbull. “Sabato mattina e anche sabato pomeriggio abbiamo visto subito che i problemi noti tornavano a galla. E’ evidente che la Red Bull ha fatto un miglioramento. Vuol dire che invece di un competitor nel Mondiale ora ne abbiamo due”. “Se volete che dica che mi arrendo, scordatevelo!“. Ecco, infine, le dichiarazioni dei due piloti Ferrari.
DelusoVettel: “In gara di solito siamo più veloci rispetto alle qualifiche, ma stavolta non è stato così. Non eravamo abbastanza forti per stare nei primi quattro, quindi quinto e sesto è il massimo che potevamo ottenere. Non possiamo essere contenti, ma dobbiamo accettarlo”. “Miglioreremo la macchina – continua il tedesco – ma molto dipenderà dal miglioramento degli altri, non possiamo nascondere il fatto che ora non siamo abbastanza veloci. E’ bello ora avere una pausa, la prima parte della stagione non è andata come ci aspettavamo, ma continueremo a lottare. Dobbiamo lavorare in tutti i settori, io personalmente ho avuto troppi alti e bassi“. Kimi Raikkonen non si scompone, sapendo che non si poteva fare di più: “E’ stata una gara tranquilla, non è successo granché. Con le gomme nuove la macchina andava bene, ma poi ho perso l’aderenza. Nell’ultimo stint ho dovuto anche risparmiare carburante, quindi una gara molto noiosa, non ho avuto molto da fare. Dobbiamo migliorare la macchina, darle più carico aerodinamico, più velocità, dobbiamo migliorare in tutti i settori. E’ doloroso realizzare che questo è il massimo che possiamo fare, ma credo nel team“.

  •   
  •  
  •  
  •