Ferrari-Raikkonen insieme fino al 2017

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Ferrari-Raikkonen

Ferrari-Raikkonen il matrimonio prosegue anche per la prossima stagione. Lo ha annunciato il team di Maranello attraverso il proprio profilo Twitter

Per il 36enne pilota finlandese, terzo in Austria nell’ultimo Gran Premio, la prossima stagione sarà la settima con la scuderia di Maranello. Ferrari-Raikkonen è un sodalizio molto forte sviluppatosi in due periodi,  dal 2007 al 2009 e poi dal 2014 al 2016. Un matrimonio destinato quindi a durare almeno un’altra stagione. Il driver di Espoo ha anche vinto l’ultimo titolo mondiale conquistata dal Cavallino rampante nel 2007, proprio nell’anno dell’esordio in Ferrari.

Ferrari-Raikkonen, la storia di Iceman

Secondo Wikipedia “Raikkonen è stato il pilota a essere arrivato in Formula 1 con il minor numero di gare ufficiali disputate (ventitré corse alle spalle); nel corso della sua carriera in Formula 1 ha vinto 20 gran premi, conquistato 16 pole position, è salito ottantadue volte sul podio e ha raccolto più di mille punti. Tra il 2010 e il 2011 ha inoltre partecipato (durante il momentaneo ritiro dalla Formula 1) al campionato del mondo rally, nonché ad alcune prove della NASCAR. Soprannominato Iceman (“uomo di ghiaccio”) perché freddo in gara e restio a trattare con i media, in Formula 1 è uno specialista dei giri veloci in gara: è attualmente 2° in classifica generale, 2° per numero di giri più veloci consecutivi e 1° (assieme a Michael Schumacher) per numero di giri veloci conquistati in una sola stagione. Inoltre detiene il record assoluto di gran premi consecutivi a punti (27)”. In totale nella sua carriera in F1 Raikkonen, che ha guidato anche per Sauber, McLaren e Lotus, ha vinto 20 GP e conquistato 16 pole position.

Leggi anche:  Formula 1, dove vedere le qualifiche del GP di Sakhir: diretta tv e streaming

Ferrari-Raikkonen, le parole di Arrivabene a Sky Sport

Questa firma alla vigilia del centesimo Gran Premio di Kimi in Ferrari è una coincidenza – spiega il Team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene a Sky Sport – Ieri è arrivata una telefonata del presidente che ha dato via libera. In pochissimo tempo ci siamo accordati con Kimi che è molto contento. Penso che questo serva a motivarlo ulteriormente a far bene“.
Quanto ha pesato su questo rinnovo il buon rapporto anche con Sebastian Vettel?  “Ha pesato molto la pressione. Ultimamente c’è stata una pressione enorme e poco rispettosa nei confronti di Kimi perché è anche l’ultimo dei campioni del mondo in Ferrari, questo lo ha aiutato a togliersi di dosso la pressione e concentrarsi per far bene. Il rapporto con Vettel è ottimo. Lavorano bene insieme. Non abbiamo un problema piloti in Ferrari. Non abbiamo un problema in squadra. Per questo possiamo focalizzarci molto di più sulle cose da migliorare sulla macchina. A differenza di quanto avviene in altri team. Guardiamo quello che succede in casa nostra ma è ovvio che fa piacere avere un problema in meno sul quaderno dei compiti da fare. E’ molto importante concentrarsi su questo Gp e su quello a venire. Dobbiamo farlo. Lo dobbiamo ai nostri tifosi ed alla Ferrari“.
Una Ferrari che rincorre ma, secondo Arrivabeneper fare una valutazione corretta bisogna tener presente quello che è successo. Ci sono stati episodi che ci hanno costretti al ritiro riconducibili a noi ed altri a fattori esterni ma non è il caso di stare a piangere. Bisogna quadrare avanti. Anche con un po’ di fortuna che fino ad oggi è mancata riusciremo a far bene. Non molliamo questo è sicuro“.
L`evoluzione del motore vi aiuterà qui a lavorare soprattutto sull`aerodinamica?Il motore è una componente importantissima per la Ferrari ed è in continua evoluzione, è ovvio che in parallelo bisogna fare in modo che aerodinamica e telaio sappiano sfruttare quello che il motore ti dà“.

Ferrari-Raikkonen la Stagione 2016

Nel Gran Premio inaugurale della stagione, in Australia, Raikkonen, virtualmente sul podio nella prima parte di gara, è costretto al ritiro per un problema meccanico.Torna sul podio in Bahrain, secondo. In Cina, partito in seconda fila, alla partenza viene speronato dal compagno di squadra Sebastian Vettel. Costretto a rimontare dal fondo conclude la gara in quinta posizione. In Russia, quarto appuntamento stagionale, Raikkonen riesce a conquistare il secondo podio stagionale, terminando la gara al terzo posto (dopo essere partito dalla medesima posizione) dietro le due Mercedes di Rosberg e Hamilton. In Spagna, arriva 2° dietro al neo promosso in Red Bull Max Verstappen, dopo essere partito dalla sesta casella. Nelle due gare successive,a Monaco e in Canada,arrivano solo risultati deludenti per il finlandese:un ritiro nel Principato e un sesto posto in Canada,crollando in quinta posizione nel mondiale. In Azerbaigian,penalizzato da una strategia troppo aggressiva e una penalità arriva quarto, dopo essere scattato dalla medesima posizione,riprendendosi la quarta posizione in campionato. Ritrova il podio nel Gran Premio d’Austria, chiuso in terza posizione, alle spalle di Lewis Hamilton e Max Verstappen. Con questo risultato aggancia il compagno di squadra Sebastian Vettel al terzo posto nella classifica piloti, a 96 punti. (fonte wikipedia)

  •   
  •  
  •  
  •