Formula 1, griglia di partenza GP Ungheria: pole di Rosberg, disastro Ferrari

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

Hamilton and Rosberg

GP Ungheria: Mercedes in prima fila

Le Mercedes dominano ancora. Nel GP d’Ungheria, Nico Rosberg ha conquistato la pole davanti a Lewis Hamilton. La qualifica è stata rinviata più volte per i temporali scatenatisi a Budapest. Poi il sole e le Frecce d’Argento si impongono su tutti. In seconda fila partiranno le due Redbull di Ricciardo e Verstappen. Malissimo per le Ferrari. Sebastian Vettel è quinto e Raikkonen 14esimo. Il pilota finlandese è stato eliminato in Q2 e partirà tra gli ultimi.

Le qualifiche

Tante bandiere rosse nella Q3. La Sauber di Ericsson finisce contro le barriere. Lo stesso succede poco dopo alla Williams di Massa. Uscita di pista per Hamilton che poi recupera. I primi eliminati sono stati Palmer, Massa, Magnussen, Ericsson, Wehrlein e Haryanto.
Nella Q2 il miglior tempo è di Verstappen mentre le Ferrari faticano e Raikkonen finisce 14esimo. Rischio anche per Lewis Hamilton che si qualifica per il rotto della cuffia, al decimo posto. La Q3 fa’segnare la pole position di Nico Rosberg, tutti gli altri dietro. Giallo per il pilota, che ha segnato il miglior tempo all’ultimo giro, quando c’era la bandiera gialla per l’incidente di Alonso. Per ora nessun cambiamento nella griglia.

La griglia

1   Nico Rosberg , Mercedes
2  Lewis Hamilton, Mercedes
3  Daniel Ricciardo, Red Bull
4  Max Verstappen, Red Bull
5  Sebastian Vettel, Ferrari
6  Carlos Sainz, Toro Rosso
7  Fernando Alonso, McLaren
8  Jenson Button, McLaren
9  Nico Hulkenberg, Force India
10  Valtteri Bottas, Williams
11  Romain Grosjean, Haas
12  Daniil Kvyat, Toro Rosso
13  Sergio Perez, Force India
14  Kimi Raikkonen, Ferrari
15  Esteban Gutierrez, Haas
16  Felipe Nasr, Sauber
17  Jolyon Palmer, Renault
18  Felipe Massa, Williams
19  Kevin Magnussen, Renault
20  Marcus Ericsson, Sauber
21  Pascal Wehrlein, Manor
22  Rio Haryanto, Manor

Le reazioni

Nico Rosberg commenta, soddisfatto, le qualifiche: ” Con la bandiera gialla l’importante è rallentare e io ho rallentato, in un modo molto ovvio. Sono andato anche più lento in quel segmento del giro precedente, quindi dovrebbe andare tutto bene“. “E’ stata una qualifica molto impegnativa, con le condizioni che cambiavano di continuo“. “E’ stato emozionante, alla fine la pista si è asciugata quasi tutta ma c’erano delle chiazze di bagnato in alcuni punti. Ho fatto un ottimo giro finale, sono molto contento“. Sebastian Vettel, invece, è dell’umore opposto: ” E’stato un casino”.”Già all’inizio è stato difficile passare il taglio. È un peccato perché la macchina era forse abbastanza buona per raggiungere i primi tre posti ma sono rimasto bloccato – ha aggiunto il tedesco -. Peccato perché nell’ultimo giorno pensavo di poter raggiungere i primi tre posti ma Jenson (Button, ndr) non si è tolto e parlerò con lui. Non credo che sia giusto, anzi credo che stesse dormendo“. Il pilota della Ferrari, già ieri aveva indicato l’obiettivo di stare davanti le Redbull:”Come lottare con le Red Bull? Semplice, migliorando la macchina in tutti i settori della pista. Se lavoriamo bene ce la possiamo fare, vediamo dove siamo domani(oggi ndr)“.

  •   
  •  
  •  
  •