GP Belgio, vince Rosberg. Male le Ferrari

Pubblicato il autore: Francesco Ippolito Segui
gran premio belgio

FRANCORCHAMPS – Nelle curve del circuito belga di Spa ha dominato e vinto Nico Rosberg: per il pilota tedesco della Mercedes (ora a nove punti dalla vetta) è arrivata la sesta vittoria stagionale. Dietro di lui Daniel RicciardoLewis Hamilton, il quale ha compiuto una clamorosa rimonta, partendo addirittura dall’ultima fila. Anche Alonso è stato capace di un ottimo recupero: lo spagnolo ha terminato la propria gara al settimo posto, nonostante fosse partito come ultimo in griglia. Una gara sussultante, caratterizzata da molti colpi di scena, oltreché da diversi incidenti, come quello di Magnussen: il danese ha sfiorato una tragedia che ha portato all’entrata in pista della safety car e la conseguente bandiera rossa.

PARTENZA DA BRIVIDI – Rosberg parte molto bene, ma alla prima curva avviene il disastro per le Ferrari a causa di un contatto tra Sebastian VettelKimi Raikkonen, avvenuto per colpa di un sorpasso azzardato di Verstappen: Raikkonen viene chiuso a sandwich e Vettel gli va addosso. Tutti e tre sono stati costretti ad andare ai box a cambiare gomme e ali, e addirittura sul fondo scocca della Ferrari di Raikkonen è iniziato un principio di incendio, che gli ha rovinato la gara. Dopo due giri Sainz si ritira dopo un testacoda causato dallo scoppio di una gomma ed entra in gara la Virtual Safety Car. Oltre a lui sono costretti al ritiro anche ButtonEricsson e Wehrlein. Ma non è ancora niente: Magnussen, nel corso del quinto giro, tocca il cordolo interno nella curva del Radillon, ed a 300 chilometri orari va a sbattere contro le barriere. Fortunatamente il danese è uscito con le proprie gambe da quel che restava della sua vettura, nonostante abbia riportato un dolore alla caviglia. Dopo due giri di Safety Car, viene sventolata la bandiera rossa per riparare tutte le barriere, con vetture in pit lane con 1° Rosberg, 2° Ricciardo, 3° Hulkenberg, 4° Alonso, 5° Hamilton, 11° Vettel, 17° Raikkonen. Dopo venti minuti riparte la gara, con i cambi di gomme effettuati.

Leggi anche:  F1 Gp Ungheria, le pagelle: Alpine magistrale, Sainz con l'amaro in bocca

NEL VIVO DELLA GARA – La gara ricomincia con Rosberg che aumenta ancora di più la propria distanza su Ricciardo, mentre Hamilton dopo diciotto giri sorpassa Hulkenberg, posizionandosi terzo. Le Ferrari continuano ad avere problemi con Verstappen: Raikkonen lo definisce “ridicolo e sporco” dopo due chiusure.

MALE LE FERRARI – Le rosse, partite col lutto al braccio per rendere omaggio alle vittime del terremoto del Centro Italia di mercoledì scorso, non riescono a concludere bene la gara. Come in Cina, la prima curva è ancora una volta fatale a causa di una Red Bull: Vettel finisce la gara al sesto posto, Raikkonen nono.

I RISULTATI – Ecco i risultati finali del GP:
1° Rosberg – Mercedes (25 punti)
2° Ricciardo – Red Bull (18 punti)
3° Hamilton – Mercedes (15 punti)
4° Hulkenberg – Force India (12 punti)
5° Perez – Force India (10 punti)
6° Vettel – Ferrari (8 punti)
7° Alonso – McLaren (6 punti)
8° Bottas – Williams  (4 punti)
9° Raikkonen – Ferrari (2 punti)
10° Massa – Williams (1 punto)
11° Verstappen – Red Bull
12° Gutierrez – Haas
13° Grosjean – Haas
14° Kvjat – STR
15° Palmer – Renault
16° Ocon – Manor
17° Nasr – Sauber

Leggi anche:  F1 Gp Ungheria, le pagelle: Alpine magistrale, Sainz con l'amaro in bocca

VERSO IL GP DI MONZA – Con Hamilton ancora favorito e Rosberg in recupero tra sette giorni assisteremo al GP di Monza, mentre la Ferrari dovrà assolutamente riscattarsi dalle ultime cocenti delusioni.

  •   
  •  
  •  
  •