F1, Marchionne sulla Ferrari: “Un flop, ora salviamo la stagione”

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

marchionne
Marchionne sulla Ferrari. Ormai è davvero ufficiale, e le parole di Marchionne hanno il sapore amaro della certezza matematica: “La Ferrari ha mancato l’obiettivo stagionale”. Sergio, arrivando a Monza per le qualifiche del Gran Premio d’Italia, aggiunge: “Abbiamo aspettato forse un po’ troppo per farlo ma ci eravamo basati sull’ottimismo della stagione 2015 che poi non è stata cosi male considerando il punto di partenza. Gli altri hanno migliorato molto nella stagione e noi siamo rimasti fermi”. Il cambio in corsa è stata la sostituzione di James Allison con Mattia Binotti alla guida dell’ufficio tecnico. Ormai è tempo di bilancio in casa Ferrari e le parole purtroppo sono poco positive: “Tre vittorie nel 2015, siamo arrivati forse un po’ troppo ottimisti nel 2016, pensando che la macchina ci fosse. In Australia sembrava una macchina che avrebbe dato grandissimi risultati, gli altri hanno migliorato molto nella stagione e noi siamo rimasti fermi. Era veramente ora di dare uno scossone alla scuderia, con mattia siamo nelle giuste mani. Ha creato una grande squadra di giovani, facciamoli lavorare”.

Una dichiarazione di intenti da parte di Marchionne che, poco dopo, elogia la sostituzione e spiega la scelta fatta: “Binotti è un grande ingegnere, ha fatto un grandissimo lavoro sul Power Unit nel 2015 e nel 2016, insieme ai suoi. E poi è una persona che gestisce i processi in maniera molto precisa, e questo è un lavoro molto delicato: abbiamo moltissimi ingegneri che stanno lavorando sulla vettura, bisogna organizzarli, condividere gli obiettivi molto chiari come non succedeva in passato”. Un’ultima dichiarazione va al 2017: “La macchina va bene, il nuovo motore del 2017 perlomeno in parte è già sul banco. Stiamo lavorando su dei miglioramenti, non ho il minimo dubbio che la macchina ci sarà”. Ora si corre a Monza: “Vediamo, non dico niente. Sarà dura, non è facile”. Marchionne sa bene che il Gran Premio d’Italia è un po’ il crocevia della stagione, una gara che può salvare, almeno a livello emotivo, la stagione: “Lo può fare ma i tedeschi non sono facili da superare, si è visto anche nelle ultime libere, poi hanno portato dei miglioramenti significativi al motore. Vediamo in qualifica come va, ci proviamo”.

  •   
  •  
  •  
  •