F1, McLaren: Vandoorne sostituirà Button nel 2017

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

button
Saranno Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne i due piloti della McLaren-Honda per il 2017. Ad annunciarlo è lo stesso team di Woking attraverso un comunicato ufficiale. Il 24enne belga Vandoorne prenderà dunque il posto di Jenson Button, il quale comunque rimarrà all’interno della squadra con un ruolo nello sviluppo della macchina. Per lui è pronto un contratto biennale.

Il 36enne del Somerset, campione del mondo nel 2009 con la BrawnGP, ha vinto 15 gare nel Mondiale di Formula 1 collezionando in totale 50 podi. Dal 2010 è alla McLaren e ad Abu Dhabi disputerà probabilmente la sua ultima gara in carriera, raggiungendo Michael Schumacher al secondo posto fra i piloti con più presenze nel circus (308).
“Sono felice di restare in un ruolo importante nel team – ha sottolineato Button. Ne ho parlato molto con Ron (Dennis, nda). La McLaren è casa mia e non mi vedo in nessun’altra scuderia. Tecnicamente non è un ritiro: darò il mio contributo allo sviluppo delle prossime monoposto, sarò certamente dietro al volante più avanti.”

Dal momento che il contratto di Alonso è in scadenza l’anno prossimo, c’è chi ipotizza un suo ritorno in pista nel 2018 ma è lo stesso pilota inglese a smentire tale possibilità.
“E’ vero, nel 2018 esiste un’opzione per correre il che è fantastico, ma sinceramente lo ritengo improbabile. Ci sono diverse cose che avrei voluto fare e non ho potuto perché quando sei un pilota la F1 è la tua vita. Ecco perché ho bisogno di una pausa per staccare da tutto questo.”
Tuttavia, il suo impegno con la McLaren sarà come sempre totale.
“L’anno prossimo avrò un ruolo di sviluppo della macchina e farò di tutto per rendere la squadra più competitiva. Lavorerò come mai prima d’ora.”

A confermare il tutto è stato poi Ron Dennis, presidente della scuderia di Woking.
“I nostri piloti saranno Alonso e Vandoorne, un mix di provata genialità e immenso potenziale. Dimenticate la parola ritiro: Jenson continuerà a essere un membro influente all’interno del team, coinvolto nello sviluppo delle macchine e disponibile a correre se le circostanze lo richiederanno.”

  •   
  •  
  •  
  •