Un gradito ritorno in F1 per Kubica

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui
Robert Kubica

Robert Kubica

Quando mancano poche gare alla fine del Mondiale di Formula Uno 2016, il tema caldo all’interno del paddock, oltre alla lotta per la vittoria finale tra Rosberg e Hamilton è il mercato piloti, con un gradito ritorno per il 2017. In realtà questo è un argomento del quale si è iniziato a parlare già dalla gara di Spa di fine agosto. Di sedili liberi per la prossima stagione non ne sono rimasti molti. Quelli dei top team sono stati sistemati con i rinnovi. Invece, per quelli dei team minori che non hanno la potenza economica di Merces e Ferrari c’è ancora qualche punto interrogativo. A fine stagione l’ex ferrarista Felipe Massa si ritirerà abbandonando il mondo della F1 e quindi l’adrenalina delle gare. In Williams però non hanno ancora trovato un suo sostituto. In casa McLaren sembrano invece aver trovato una soluzione low-cost per sostituire Jenson Button che ha deciso anche lui di dire basta con il mondo della F1. Si tratta del terzo pilota, il belga Vandoorne. Una bel riconoscimento per l’ex vincitore del mondiale di GP2 nel 2015. Il prossimo anno il ventiquattrenne pilota belga avrà la possibilità di correre per tutta la stagione al fianco di Fernando Alonso.  Un gradito ritorno in F1 può essere quello di Robert Kubica. Il polacco, dall’incidente al Rally di Andora del 2011 non ha più corso. Solo recentemente è tornato alle gare debuttando nel Renault Sports Trophy. La sua ultima stagione in F1 risale al 2010 e quindi a circa sei anni fa. Quell’anno era pilota della Renault insieme al russo Petrov. Ora Robert Kubica potrebbe tornare in F1 proprio alla Renault. Si la notizia è proprio questa. La squadra francese sta cercando un pilota esperto e di livello dopo le opache prestazioni di Palmer e Magnusen in questa stagione. Ancora non si sa chi potrebbe sostituire dei due nel 2017.  L’ingaggio di Kubica per la prossima stagione stuzzica molto la casa francese. Il pilota polacco però è lontano dal circus da ben sei anni. In questo lasso di tempo è cambiato lo stile di guida e anche i regolamenti. Per Kubica non sarà facile adattarsi. Comunque in questi giorni ha fatto visita allo stabilimento della casa automobilistica francese, facendo anche alcune prove al simulatore. Per essere uno che è stato lontano dalla F1 per così tanto tempo i tempi non sono male. Però una cosa è la guida al simulatore e un’altra è quella in pista. In caso di ingaggio per il mondiale 2017  Kubica dovrà aspettare il nuovo anno per provare la macchina visto che sono stati aboliti i test durante la stagione. Forse le prime gare potrebbe fare fatica a ritrovare il ritmo però con l’andare della stagione siamo sicuri che ritroverà lo smalto di un tempo. Nel 2010, suo ultimo anno in F1 prima dell’incidente, era all’apice della carriera. Se non ci fosse stato questo imprevisto a sbarrargli la strada, sarebbe potuto approdare ad uno dei top team. Un pilota del suo talento se lo meritava. Ora a 32 anni potrebbe vivere la sua seconda vita in F1. I tifosi sperano che possa tornare ad essere quella vincente di qualche anno fa.

  •   
  •  
  •  
  •