Formula 1, Rosberg: “Ci rispettiamo ma non siamo amici”

Pubblicato il autore: laura tripoli

Nico Rosberg neo campione del Mondo ha festeggiato nel migliore dei modi con amici e parenti il suo successo in Formula 1. Intervistato dopo il suo trionfo ad Abu Dhabi racconta del party e del suo rapporto particolare con Lewis Hamilton. «Posso dire di essere due volte campione del mondo, perché domenica notte siamo diventati campioni di party è stata una festa incredibile, epica, tutti i miei amici e parenti erano lì e ci siamo scatenati. Se non ricordo male abbiamo chiuso la baracca alla nove meno un quarto del mattino, a quell’ora ho scattato la mia ultima foto col telefonino». Tornando serio il campione di Formula uno ha indicato il compagno di squadra Lewis Hamilton come uno dei più grandi di tutti i tempi ma ancora una volta ha escluso la possibilità di un legame di amicizia…almeno fino a quando saranno avversari in pista. “Lewis è uno dei migliori di tutti i tempi. Siamo nella stessa squadra e in gara  siamo l’uno contro l’altro per i titoli”.  Nico Rosberg ha anche detto che quando erano giovani erano grandi amici ma ormai essendo compagni e avversari è praticamente impossibile però ha voluto precisare che fra i due c’è grande rispetto. Poi Rosberg si è soffermato su un aspetto più volte sottolineato dopo la conquista del titolo, cioè che è diventato campione del mondo proprio come suo padre Keke, che nel 1982 trionfò con la Williams. “Sono contento di aver ripetuto l’impresa di mio padre, voglio comunquecongratularmi con Lewis”.nico rosberg e lewis hamilton

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Formula 1, presentazione Ferrari SF-23 2023: ecco la data e dove vederla in tv e streaming