F1 GP Malesia, Vettel crede ancora nel Mondiale: “Siamo in gioco, possiamo farcela”

Pubblicato il autore: Francesco Blasi Segui

Mette da parte le negatività dell’ultima gara a Singapore il ferrarista Sebastian Vettel che nel giovedì che dà il via alla tappa del Mondiale di Formula 1 in Malesia fa sapere a tutti, avversari e tifosi compresi, che lui continua a credere alla possibilità di vincere il Mondiale. Il tedesco parte sicuramente svantaggiato rispetto al pilota della Mercedes Lewis Hamilton, ma fa capire che se la giocherà fino all’ultima gara per cercare di riportare in casa Maranello il titolo Piloti.

“Ci sono ancora tante gare da affrontare e abbiamo una macchina forte. Non voglio star lì a vedere quanti punti abbiamo davanti o dietro, anche se chiaramente è sempre meglio essere davanti”, queste le parole del ferrarista che però prima di affrontare il Gp di Malesia non può non fare un passo indietro per analizzare quello che è successo a Singapore: “Non credo ci sia molto da valutare. Ora voltiamo pagina e cerchiamo di rimediare a quello che abbiamo combinato nell’ultima uscita. Credo che io, Raikkonen e Verstappen abbiamo capito quando abbiamo avuto il confronto con i commissari di gara che davvero non si poteva far nulla di diverso. Tutti abbiamo cercato di fare bene la nostra partenza per prendere la migliore posizione, ma è finito con un incidente che ci ha tolto dalla gara tutti e tre.”

Il ferrarista imbeccato sulla partenza del Gp di Malesia ha poi sottolineato: “Sicuramente cercherò di mantenermi in sicurezza alla partenza domenica, ma è difficile parlare ora di quello che potrebbe accadere. Tra l’altro proprio qui in Malesia ho tanti bei ricordi come per esempio quello che risale a due anni fa con la prima vittoria in Ferrari. Su questa pista è però necessario idratarsi bene: è un punto chiave se si vuole arrivare fino in fondo. Ma non credete che sia un segreto perché è un qualcosa che conoscono tutti gli altri miei colleghi.” Ma il pensiero di Vettel va al Mondiale e a quello che potrebbe accadere e così tiene a precisare: “Non voglio pensare ora ai punti che mi separano da Hamilton. Certo, sarebbe meglio essere davanti, ma spero di recuperare. Ci sono ancora tante gare da disputare e abbiamo una macchina forte.” A chi gli chiede se ora per lui potrebbe essere tutto semplice perché essendo indietro nel Mondiale ha  meno pressione il tedesco risponde secco: “Io non la vedo così.

Così come Vettel appare seccato anche se gli si domanda se ha parlato con Marchionne: “No, ma c’è stata una risposta rapida e positiva da parte di tutto il team. Ripeto che quella a Singapore è stata solo una brutta giornata perché sappiamo che la macchina è molto forte e lo abbiamo visto quest’anno. Ci sono poi tanti aspetti da considerare e sono sicuro che come squadra noi possiamo fare la differenza.” Quindi la conclusione di Vettel più che logica in questo che si prospetta un weekend che può essere già decisivo tanto in positivo quanto in negativo: “Gli esperti dicono che la Mercedes è la favorita per i prossimi gran premi e noi dobbiamo essere bravi a smentire queste logiche.”

  •   
  •  
  •  
  •