F1 GP Giappone, Vettel dopo le prove libere: “Siamo forti e dobbiamo essere fiduciosi”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Sebastian Vettel, pilota Ferrari dal 2015

Il circus della F1 si è spostato in Giappone dopo la gara di domenica scorsa in Malesia, che ha visto trionfare la Red Bull di Max Verstappen, davanti alla Mercedes del leader della classifica iridata Lewis Hamilton, che guida la graduatoria con 34 punti di vantaggio su Sebastian Vettel, della Ferrari ancora in corsa per la conquista del titolo piloti che manca sulla bacheca della scuderia di Maranello ormai da 10 anni. Come ben noto ormai, le ultime gare sono state parecchio sfortunate per Vettel e per la Ferrari in generale, non riuscendo mai nelle ultime 4 trasferte a piazzare uno dei due piloti davanti alla Mercedes di Hamilton, che ne ha approfittato per allungare in classifica. Il GP del Giappone potrebbe rappresentare l’ultima spiaggia per mantenere vivo il sogno mondiale per Sebastian Vettel che deve necessariamente vincere per alimentare le residue speranza, confidando anche in qualche errore della casa di Stoccarda.
Le prove libere introduttive al weekend nipponico, hanno dato dei responsi incoraggianti riguardo lo stato di forma della Ferrari apparsa in palla anche negli scorsi gran premi: infatti nella prima sessione il più veloce di tutti è stato lo stesso Vettel che ha fermato il cronometro con un tempo di 1:29.166 a pochi decimi dal record stabilito da Micheal Schumacher nel 2006. Hamilton, a parità di gomma SuperSoft è staccato di ben 211 millesimi, davanti a Daniel Ricciardo con la sua Red Bull. E’ stata buona la prova di Vettel anche con le gomme Soft, sempre competitivo e quasi al livello delle Mercedes con le gomme rosse. La seconda sessione di prove libere non ha fornito precise indicazioni, dato che ha piovuto consistentemente per tutto il tempo e quindi è stato impossibile mettere insieme un giro significativo. Comunque Hamilton è stato il più veloce in 1:48.719 davanti alla Force India di Esteban Ocon. Non hanno girato le Ferrari, che hanno deciso di non rischiare incidenti, in vista delle prossime sessioni che potrebbero essere asciutte.

I segnali della Ferrari mostrati in prova sono incoraggianti e Vettel dopo la due sessioni ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “siamo consapevoli di essere forti e di avere una macchina molto competitiva. Dobbiamo essere fiduciosi perché finché la matematica non ci dice che siamo fuori dai giochi dobbiamo continuare a crederci, siamo qui per questo, per lottare contro la Mercedes. Sappiamo che non è facile perché i punti da recuperare su Hamilton sono tanti, ma siamo una grande squadra e possiamo farcela. Gli inconvenienti sono alle spalle e adesso pensiamo alle prossime cinque gare che saranno fondamentali. Abbiamo iniziato bene il weekend di Suzuka, ma le prove libere servono a mettere a punto la macchina, vedremo domani in qualifica cosa si potrà fare sperando ci sia bel tempo. Lo ripeto siamo forti e possiamo farcela.” .
E’ carico Sebastian Vettel ai microfoni di Sky, promettendo battaglia alle Mercedes negli ultimi cinque GP della stagione consapevole che in questo momento non esiste più alcun margine d’errore e che ogni sbaglio a questo punto del campionato si può pagare a caro prezzo. E’ chiaro il messaggio lanciato alla squadra: finché c’è speranza, si continua a lottare fino all’ultimo punto e fino all’ultima bandiera a scacchi.

  •   
  •  
  •  
  •