F1, sfuma Kubica alla Williams. La scuderia britannica ingaggia Siroktin

Pubblicato il autore: antoniofight Segui

Dovrebbe venire ufficializzato a breve l’ ingaggio di Siroktin da parte della scuderia Williams a rimpiazzare il posto lasciato libero da Felipe Massa, una notizia che era nell’ aria da alcuni giorni quella dell’ ingaggio da parte del team di Grove del ventiduenne moscovita Sergei Sirotkin e data ormai per certa dall’ agenzia di stampa russa Tass, divenendo così il compagno di squadra di Lance Stroll.

Si va quindi dissolvendo il sogno di Robert Kubica, dopo l’ infortunio del 2011 che lo aveva tenuto fuori per diverso tempo, di rientrare a gareggiare in Formula 1 in parte perchè sussistono dei dubbi sulle ottimali condizioni fisiche del trentatreenne pilota di Cracovia, in parte perchè il russo è riuscito a garantirsi il sostegno di numerosi sponsor in madrepatria che sono stati molto bene accetti dalla Williams.Pare infatti che la somma messa insieme dal gruppo bancario SMP sia stata notevolmente superiore a quella garantita dagli sponsor di Kubica ed ammontasse a diversi milioni di dollari, denaro di cui la scuderia Williams ha necessità per apportare miglioramenti tecnici alla propria auto puntando più sul miglioramento tecnico che sul talento e l’ esperienza del proprio pilota per ottenere successo nelle gare di Formula 1, a quanto pare cambiando strategia rispetto al passato se si pensa alla coppia di piloti Mansell e Patrese che avevano un’ esperienza molto maggiore rispetto alla probabile coppia Sirotkin e Stroll con il primo esordiente ed il secondo con soli 20 Gran Premi alle spalle, anche in passato la Williams quando voleva investire su un giovane talento lo accostava sempre ad un pilota già esperto come Webber, Barrichello o lo stesso Massa da poco dismesso.

Dispiace che ancora una volta il pilota polacco sia perseguitato dalla mala sorte, dopo l’ esordio da bambino come pilota di go-cart dove già aveva ottenuto diversi successi e premi era approdato alla Formula 3 ed infine alla Formula 1 fino all’ incidente drammatico del marzo 2011 quando è rimasto ferito mentre si recava allo start del secondo rally Ronde di Andora, in provincia di Savona, ed era alla guida di una Skoda Fabia quando l’ auto su un falsopiano è uscita fuori strada schiantandosi contro il muro di una chiesetta ed il pilota è rimasto intrappolato e, subito soccorso, è stato trasferito in Ospedale dove gli sono state riscontrate una frattura alla gamba e una mano era rimasta parzialmente tranciata per cui è stato sottoposto ad un intervento di sette ore in prognosi riservata ma i chirurghi sono riusciti a ricomporre le fratture ed a rivascolarizzare l’ arto.La tempra molto forte del pilota e la terapia riabilitativa hanno permesso di recuperare il danno neurologico e vascolare alla mano con un recupero funzionale completo anche della gamba fratturata.
Dopo anni spesi per ritornare ai suoi massimi livelli e gareggiare ancora in Formula 1 il polacco si è sottoposto agli impegnativi test fisici di Abu Dabi e le parole positive ai test di Paddy Lowe pare non abbiano convinto la scuderia Williams forse più interessata a fare cassa ed investire su un giovane pilota che a puntare su talento ed esperienza.

  •   
  •  
  •  
  •