MotoGP, El Mundo pizzica Marquez: il fisco “lo spingerebbe” presso il Principato d’Andorra

Pubblicato il autore: Luigi Ronza Segui

untitledCampione….anche di furbizia: si puo’ umoristicamente definire anche cosi’ il giovane campione Marc Marquez il quale, dopo aver dimostrato nelle ultime due stagioni il suo strapotere nella MotoGP in sella alla Honda (incassando le lodi di tutto il mondo sportivo spagnolo e non), viene “beccato” dal quotidiano spagnolo “El Mundo” intento – come riporta lo stesso giornale – “a seguire una prassi molto praticata e con poche eccezioni“: lo spostamento di residenza per fini fiscali.

La destinazione scelta da Marquez e’ il Principato d’Andorra, o meglio “sarebbe” in quanto e’ la stessa stampa spagnola a sottilineare che “le fonti vicine al pilota non confermano ne’ smentiscono informazioni secondo le quali il due volte vincitore della MotoGp avrebbe fatto richiesta di residenza al dipartimento dell’immigrazione del Principato d’Andorra”: insomma rimane forte il dubbio che anche il giovane centauro della Honda abbia ben presto capito e imparato un malcostume abbastanza diffuso (non solo in Spagna).

Qual’e’ la “gabola” che permetterebbe a Marquez di beneficiare del regime fiscale di Andorra, regime definita da El Mundo come “laxo” (lassista)? Secondo la normativa del principato, brevemente riassunta dal quotidiano spagnolo, “personalita’ di alto interesse culturale, scientifico o sportivo” possono richiedere la residenza e accedere ai benefit fiscali. A conti fatti Marquez, il quale ha di recente rinnovato con la Honda sino al 2016 percependo quasi 10 mln di euro all’anno, potrebbe pagare 30.000 euro annui di tasse sino al 2018: una sciocchezza in confronto alla tassazione che avrebbe pagato nella “sua” Cervera (quasi il 49% sull’imponibile).

Marquez comunque e’ in ottima compagnia: il gruppo dei “compagneros” degli emigrati causa fisco puo’ vantare nomi fra cui Alberto Contador (il quale ha scelto Lugano), Fernando Alonso, Jorge Lorenzo (il quale ha avuto anche lui – secondo quanto riportato da El Mundo – per un breve periodo la residenza ad Andorra), Dani Pedrosa e Carlos Moya (Ginevra).

  •   
  •  
  •  
  •