Motogp: al Mugello lavori per la sicurezza

Pubblicato il autore: [email protected] Segui

ll_mugello_dedica_la_tribuna_arrabbiata_a_marco_simoncelli_20362

Al circuito del Mugello sono stati fatti dei lavori per migliorare la sicurezza in vista del gran premio che si terrà il 31 maggio 2015.


 

La maggiorparte del lavoro al circuito del Mugello, è stata fatta alla Bucine, dove la via di fuga è stata rimodellata e corretta per una migliore frenata in caso di emergenza. Sono stati poi aggiunti bordi d’asfalto e modificate alcune vie di fuga alla curva 1 (San Donato), curva 2 (Loco), curva 4 (Materassi), curva 6 (Casanova), curva 7 (Savelli), curva 8 (Arrabbiata1), curva 10 (Scarperia) e la curva 12 (Correntaio). “Lavorare alla Bucine è stato per noi un ottimo risultato raggiunto”, ha dichiarato Franco Uncini, l’ispettore della sicurezza FIM. “La Motogp ha promosso questo cambiamento. Simili interventi in altre vie di fuga rappresentano la giusta direzione per salvaguardare la sicurezza dei piloti. Il circuito del Mugello, grazie alla sua amministrazione ha sempre anticipato i tempi quando si tratta di sicurezza, dimostrando così di essere un riferimento e un esempio che deve essere seguito da molti altri circuiti”. Jarno Zaffelli della Dromo Circuit Design, ha spiegato che sono stati usati dei dispositivi per identificare le zone a rischio anche analizzando gli incidenti dello scorso anno. “Le modifiche non sono altro che il risultato del nostro software DroCAS che fa prendere considerazione dei requisiti delle macchine da corsa e delle moto che sono poi gli stessi degli utenti abituali. Dopo l’analisi di centinaia di cadute in tutto il mondo, questo sistema certificato ci permette di prevedere i possibili incidenti di gara e le probabili dinamiche, aiutandoci a misurare e progettare interventi per minimizzare le conseguenze delle cadute.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •